Come si comporta il cliente sul web? Lo svela Google

Come si comporta il cliente sul web? Lo svela Google
11 Febbraio 07:00 2019 Stampa questo articolo

Google Analitycs è lo strumento gratuito che può aiutare le aziende a raccogliere tutti i dati di cui hanno bisogno, per conoscere il comportamento del cliente sul web.

Nel turismo, infatti, l’analisi del sentiment è utile per sapere se il pubblico apprezza i prodotti o se reperire informazioni è un’attività intuitiva. Tra le feature più interessanti ci sono le metriche di comportamento.

Pagine per sessione. Mostra quante pagine l’utente ha visitato in una sessione, da quando è entrato a quando è uscito dal sito. Più alto è il numero di pagine visitate meglio è. Il dato va confrontato con la lista delle pagine visitate e la durata della sessione: se le vendite non vanno bene, forse i clienti hanno manifestato indecisione nel reperire informazioni.

Tempo trascorso sulla pagina. Indica quanto il visitatore è rimasto su una o più pagine nel corso di una sessione. I siti web dove si registra un tempo di permanenza medio-alto (intorno ai 4 minuti) sono meglio posizionati sui motori di ricerca.

Tempo di rimbalzo. Inquadrato su una sola sessione per volta, indica il numero di visitatori che in media hanno visitato una sola pagina e poi se ne sono andati. La frequenza di rimbalzo ideale è compresa fra il 48% e il 50%.

Flusso di comportamento. Collega tutte le metriche per definire la customer journey, l’esperienza di navigazione e acquisto del cliente, Un grande grafico che analizza il comportamento dell’utente: dove si trova, cosa fa, come reagisce alle pagine di prodotti, offerte, informazioni.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore