Clikki, in agenzia la polizza viaggi ricaricabile

Clikki, in agenzia la polizza viaggi ricaricabile
25 Ottobre 14:20 2019 Stampa questo articolo

Cresce ancora l’attenzione al mondo del travel da parte di M & Partners Insurance Broker, società internazionale attiva nei settori turismo, marine e aviaton, corporate. Il gruppo è presente sul mercato italiano con il marchio commerciale Clikki, la polizza ricaricabile di assicurazioni viaggi a tutela dei viaggiatori, che si possono acquistare attraverso il canale agenzie.

«Abbiamo un travel team con 34 anni di esperienza internazionale e il 30% del nostro business oggi riguarda il mondo del turismo – dice l’amministratore unico di M & Partners Insurance Broker Gian Paolo Mazzarri – Ci dedichiamo al cliente con professionisti specializzati nella gestione e consulenza assicurativa, supportando agenzie e tour operator anche nella gestione di sinistri e reclami».

La società ha lanciato la polizza Clikki indirizzata ad adv e t.o. nella primavera scorsa, un prodotto ricaricabile ogni volta che il cliente lo desidera, che prevede anche vasta scelta di coperture assicurative a seconda delle esigenze. La ricarica della card va fatta dal viaggiatore in agenzia di viaggi, e offre vantaggi a entrambi, considerando che ci sono le commissioni di ricarica oltre a quelle di vendita.

Ecco i cinque prodotti proposti, personalizzabili in basa alle esigenze e alla disponibilità economica: Generazione Z (fino ai 21 anni), Minimal, Simple, Star e Superstar (la polizza top che prevede l’annullamento anche in caso di fallimento del gestore dei servizi).

«La polizza si vende esclusivamente tramite agenzie e operatori; è stata lanciata qualche mese fa e i primi dati sono soddisfacenti – dichiara il partner Massimiliano Masaracchia – Adesso vogliamo operare su larga scala. Stiamo lavorando a prodotti integrativi e li lanceremo prima dell’estate. Inoltre nel 2020 lanceremo la polizza di responsabilità civile per tour operator e agenzie di viaggi. Oggi c’è una limitazione di danno alla persona, ma il Codice del turismo non prevede più limitazioni al risarcimento, pertanto bisogna aggiornare le polizze».

L'Autore

Claudia Ceci
Claudia Ceci

Guarda altri articoli