Chef stellati a Mauritius: i pacchetti experience Beachcomber-Alpitour

Chef stellati a Mauritius: i pacchetti experience Beachcomber-Alpitour
26 settembre 12:11 2019 Stampa questo articolo

Le cucine italiana e francese saranno protagoniste a Mauritius, fornendo un’occasione in più per promuovere un turismo anche esperienziale sull’isola: si chiama Stars in Paradis la rassegna organizzata da Beachcomber Resorts & Hotels con la famiglia Cerea (titolare del ristorante stellato Da Vittorio a Brusaporto, Bergamo), in collaborazione con Alitalia, Alpitour World e Mauritius Tourism Promotion Authority.

«Dal 2 gennaio al 10 marzo sette chef stellati (cinque italiani e due francesi) si avvicenderanno nelle cucine del Paradis e del Dinarobin Beachcomber Golf Resort & Sp, proponendo una settimana ciascuno una cena stellata per gli ospiti – spiega Sheila Filippi, general manager Italia Beachcomber – Gli chef che lavoreranno in sintonia con gli executive chef e le brigate di cucina dei due resort sono Enrico Cerea, Moreno Cedroni, Ronan Kervarrec, Philippe Mille, Antonella Ricci, Nino di Costanzo e Luca Marchini».

I pacchetti experience verranno proposti in esclusiva da Alpitour World in collaborazione con Alitalia, che da fine ottobre riprenderà il volo diretto da Roma. Circa un’ottantina i posti disponibili per ogni serata, con la possibilità di acquistare una o due cene e abbinare anche la partecipazione a uno show cooking. «Si tratta di un’occasione importante – afferma Pier Ezhaya, direttore tour operating Alpitour World – Dobbiamo cercare sempre di più di differenziarci. Dare qualità e distintività è la nostra risposta alla concorrenza che si basa solo su politiche di prezzo».

La destinazione Mauritius è in crescita: da gennaio ad agosto gli arrivi italiani hanno messo a segno il +13,9% con un importante effetto traino di Alitalia nei mesi successivi all’operatività del volo. Cresce anche il segmento famiglie e lo confermano in casa Beachcomber, segnalando anche l’appeal dei combinati. Il pacchetto Stars in Paradis verrà commercializzato con i brand Viaggidea e Turisanda, che sono quelli che propongono i due resort e rientrano nell’accordo di esclusiva siglato tra Alpitour e Beachcomber.

«Siamo molto felici dei dati positivi che stiamo vedendo in questi primi quattro mesi di collaborazione. Ora i riflettori sono puntati sullo Shandrani, alla cui direzione è arrivato l’italiano Enrico Paoletti, e sulla novità annunciata per l’anno prossimo, Les Salines, la cui apertura è prevista per la fine 2020», commenta Sheila Filippi, general manager per l’Italia di Beachcomber.

Per il Gruppo Alpitour invece la prossima data importante sarà il 1° novembre, quando avverrà ufficialmente l’incorporazione di Turisanda con la costituzione del nuovo polo del lusso: «Vogliamo rilanciare questo marchio storico e farlo tornare alla ribalta, pensiamo ci sia molto margine di crescita», conclude Ezhaya.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Mariangela Traficante
Mariangela Traficante

Guarda altri articoli