Cbrel, il rilancio degli eventi nel Lazio passa da wedding, luxury e automotive

Cbrel, il rilancio degli eventi nel Lazio passa da wedding, luxury e automotive
16 Luglio 13:00 2021 Stampa questo articolo

Cambia il paradigma operativo di Convention Bureau Roma e Lazio che si orienta verso nuovi segmenti per rilanciare il comparto degli eventi sul territorio. È quanto sancito durante l’Assemblea che ha approvato il piano di espansione commerciale nei settori wedding, luxury e automotive su tutto il territorio di Roma e Lazio.

«Finalmente ci sono segnali di ripresa – ha dichiarato il presidente Stefano Fiori – Lo sguardo deve essere costantemente volto allo sviluppo del territorio per cui le collaborazioni tra imprese e istituzioni diventano peculiari e strategiche».

Primo step del rilancio è l’evoluzione in “Convention and Visitors Bureau” con l’ampliamento dei settori di sviluppo, tra cui appunto matrimoni, auto e lusso, su cui Roma e Lazio hanno già dimostrato di avere enormi potenzialità. C’è poi il turismo golfistico: la Ryder Cup, evento di risonanza mondiale previsto nella Capitale nel 2023, farà da traino ad altri appuntamenti internazionali.

Seppure il turismo di prossimità rappresenta l’immediato futuro, i mercatiamericani e asiatici restano il vero volano per la filiera locale e, tra le scelte strategiche del Cbrel, c’è la volontà di supportare le istituzioni nella creazione di una Destination Management Organisation (dmo), affiancando imprenditori e competenze specifiche alla pubblica amministrazione e agli enti locali.

Altro aspetto di grande importanza è la sicurezza. Raffaele Pasquini, responsabile marketing di Aeroporti di Roma, ha confermato il valore strategico per il comparto di un hub sicuro, vicino alle necessità dei viaggiatori e in linea con i requisiti sanitari dell’Oms. Lo scalo di Fiumicino à è diventato, nell’ultimo anno, un esempio di gestione ottimale dei flussi e di applicazione delle direttive sanitarie, aggiudicandosi riconoscimenti ufficiali in materia di salute, customer experience e qualità.

Prosegue poi il coinvolgimento degli operatori locali. L’Assemblea del Cbrel ha accolto quattro nuovi soci: il 4L Collection Hotel (gruppo alberghiero con impronta congressuale internazionale), l’Auditorium della Conciliazione (venue prestigiosa con molteplici possibilità di utilizzo), l’Hoxton Hotel (nuovo hotel di Roma che unisce il lusso alla contemporaneità) e Mci Italia (pco/dmc tra le più importanti al mondo).

Ad animare l’Assemblea gli interventi delle istituzioni, con l’assessore capitolino al Turismo e ai Grandi eventi, Veronica Tasciotti, che vede nel congressuale una leva fondamentale per la ripresa e propone, tra le altre iniziative, un tavolo di ripartenza turistica in cui ascoltare le necessità degli stakeholder, così come un’asse Roma-Milano per proporre al mercato un “pacchetto Italia”.

Presente anche l’assessore al Turismo del Lazio, Valentina Corrado, che ha confermato i risultati positivi della collaborazione con Cbrel, a cui la Regione è sempre più vicina, e ha riportato il «grande successo dell’iniziativa “Più notti, più sogni”, con cui si è dato un forte incentivo alla scelta delle strutture del territorio da parte dei turisti che stanno ritornando a viaggiare in queste settimane».

Anche per il presidente dell’Enit, Giorgio Palmucci, quella della meeting industry è la strada giusta da percorrere per colmare il gap con i competitor internazionali. Ai Convention Bureau locali il numero uno dell’Agenzia di promozione turistica ha assicurato maggiore supporto.

A chiudere il giro di interventi istituzionali, la presidente di Federcongressi&Eventi, Alessandra Albarelli, con un messaggio rassicurante sulla ripresa del settore nel terzo e quarto trimestre dell’anno, grazie alla campagna vaccinale, che sta già dando degli ottimi risultati, e al rispetto delle normative che tutti gli operatori del settore stanno dimostrando di avere sin dall’inizio della pandemia.

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli