Cataloghi interattivi, Nicolaus-Valtur fa da apripista

Cataloghi interattivi, Nicolaus-Valtur fa da apripista
26 Maggio 10:46 2021 Stampa questo articolo

Cambia con il Covid anche il concetto di catalogo, che supera l’antico antagonismo tra cartaceo e digitale. Tra i pionieri di questa stagione, i fratelli Pagliara che presentano al mercato delle agenzie di viaggi i nuovi strumenti di lavoro.

La programmazione Nicolaus Club e Valtur sarà racchiusa in un catalogo premium cartaceo, stampato in tiratura limitata e riservato ai top partner; per tutti gli altri arriva una versione digitale con contenuti hi-tech, interattivi e personalizzati per singola agenzia, immaginata per far interagire al meglio la distribuzione con i clienti.

nicolaus catalogoMa vediamo nel dettaglio i due strumenti. L’edizione cartacea, spiega l’operatore di Ostuni, è un prodotto raffinato, denso di contenuti e curato nei dettagli, che indirettamente vuole lanciare “un messaggio di ottimismo alla filiera turistica che ha bisogno di tutte le sue energie per lavorare all’estate 2021”. «Per Nicolaus – spiega Sara Prontera, marketing manager del Gruppo – il catalogo è molto di più di uno strumento commerciale: è il racconto della relazione con i nostri partner, finalizzata a creare valore per gli ospiti».

C’è poi la nuova versione interattiva e personalizzabile, con vocazione B2B2C.  La distribuzione, attraverso la piattaforma per il trade Hellobook, potrà accedere ai cataloghi personalizzati con il logo dell’agenzia, i cui riferimenti completi appariranno sul retro di copertina. Un header interattivo, inoltre, sarà sempre presente sulla schermata e permetterà di contattare l’agenzia direttamente tramite telefono o mail. Le adv disporranno anche di un link dedicato per condividere con i clienti le loro versioni personalizzate.

«Siamo arrivati a offrire un’esperienza davvero immersiva, frutto di un processo profondo di digitalizzazione che non si ferma. Lavoriamo per creare un ecosistema dove la filiera possa beneficiare dello sforzo del nostro sforzo di innovazione. Cerchiamo così di anticipare il più possibile il mercato e far interagire al meglio agenzia e viaggiatori», conclude Prontera.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore