Castori, orsi e beluga: benvenuti in Québec

22 giugno 12:00 2016 Stampa questo articolo

“Charlie! Charlotte”: immobili, nella postazione di legno sulle rive del fiume, ascoltiamo la nostra guida chiamare i due castori, un maschio e una femmina, che, ci assicura, riconoscono la sua voce: e infatti dopo qualche minuto arrivano, prima lui, poi lei, ed escono dall’acqua per impadronirsi di un cespuglietto di fronde di cui sono ghiotti.

Poco dopo veniamo accompagnati a un’altra postazione, da dove, a distanza di sicurezza, seguiamo gli andirivieni di quattro o cinque orsi bruni, che la guida identifica come un giovane maschio, una femmina con i piccoli, e un maschio più adulto e affamato. Siamo nel cuore della riserva naturale di Mastigouche, nella regione della Maurice, una vasta area di circa 40mila kmq, con 17.500 laghi, situata tra le città di Montréal e Québec.

E queste sono solo alcune delle emozioni che ci ha riservato un press trip organizzato da Air Transat e Tourisme Québec in collaborazione con le associazioni turistiche Québec City Tourism, Québec Maritime, Tourisme Saguenay-Lac-Saint-Jean, e Tourisme Maurice, per un assaggio di questa provincia del Canada, la più vasta del paese, con i suoi 1.542.056 kmq, che costituisce il più grande territorio francofono del mondo (tre volte più esteso della Francia).
Una regione immensa, grande cinque volte l’Italia, dove tutto sembra fuori misura, con laghi che sembrano mari, fiumi che sembrano laghi, foreste a perdita d’occhio, e dove la natura, selvaggia o addomesticata dall’uomo, è davvero al suo meglio.

Come nel caso del whale watching nella baia di Tadoussac, all’interno del parco marino di Saguenay-St. Lawrence, dove quattro esemplari sembravano giocare tra loro mentre diverse “beluga”, le balene bianche nuotavano indifferenti. O del villaggio storico di Val-Jalbert, nella regione Saguenay-Lac-Saint-Jean, dove sembra di essere tornati agli anni ‘20 perché tutto, dall’ufficio postale, alla scuola, al “general store”, fino al mulino, è stato ricostruito come quando era un centro industriale dove si producevano polpa per la carta ed energia elettrica. Infatti c’è anche una cascata spettacolare, più alta di quelle del Niagara.

Senza dimenticare Wendake, dove vive l’unica comunità di Huron-Wendat del Canada, una delle popolazioni autoctone del Québec. Qui l’hotel Musée Premières Nations, un 4 stelle dal design e arredamento ispirato alle tradizioni e alla cultura delle First Nations, ospita anche un museo loro dedicato e una longhouse tradizionale, dove seduti intorno a un fuoco si ascoltano miti e leggende raccontate dalla viva voce di un rappresentante della comunità.
Fiumicino-Montréal: app e nuovi menu per Air Transat
Da Roma Fiumicino si arriva a Montréal con un comodissimo volo diretto Air Transat che offre ogni comfort. A bordo la compagnia canadese, che in Italia è rappresentata da Rephouse gsa, e che nel 2015 ha vinto per il quarto anno consecutivo il premio Skytrax come miglior vettore nordamericano per viaggi e vacanze, offre ai passeggeri servizi e attenzioni speciali, anche in Economy. Come il nuovo menu Euro Bistro, introdotto sui voli Italia-Canada lo scorso aprile, che comprende una scelta fra sei panini, caldi e freddi, preparati freschi ogni giorno, oltre alle bevande e a un dessert.

E poi ci sono le app: l’Air Transat CinePlus, per accedere dal proprio smartphone, tablet o pc portatile a tutti i contenuti di intrattenimento a bordo dei voli operati con Airbus A310; l’App di Atmosphere, la rivista di bordo con articoli su ultimi trend, viaggi, tecnologia e destinazioni servite dalla compagnia; e l’Air Transat, che consente di controllare lo stato del volo, accedendo a informazioni utili su bagagli servizi di bordo e rotte, e di collegarsi rapidamente con i social media del vettore. Generosa la franchigia bagaglio, che in economica consente 10 kg per il bagaglio a mano e 30 kg per quello da stiva, mentre in Club sono consentiti rispettivamente 15 kg e 40 kg (in due pezzi da 20 kg ciascuno). Senza dimenticare l’Option Plus, che in economica offre a pagamento diversi vantaggi, dal check-in all’imbarco prioritario, dalla scelta del posto a sedere al comfort kit a bordo, con tanto di bottiglietta di spumante.

www.rephouse.it

Cris
  Categorie

L'Autore

Cristina Melis
Cristina Melis

Guarda altri articoli