Casa Alitalia a Linate, hub della rete shuttle

Casa Alitalia a Linate, hub della rete shuttle
19 novembre 07:00 2019 Stampa questo articolo

Quattrocento metri quadri, una vetrata affacciata sulle piste, con un accesso che più facile non si può. Dopo la riapertura dello scalo di Linate in seguito alla conclusione della prima parte dei lavori di restyling, presso l’area di partenze nazionali e internazionali Schengen ha riaperto anche la lounge Casa Alitalia “Piazza della Scala”, completamente restaurata e allargata rispetto alla precedente.

L’accesso alla sala è gratuito per i soci dei club Alitalia Freccia Alata Plus, Freccia Alata, Sky Team Elite Plus, ai possessori di biglietto Alitalia di Magnifica o di Business Class di medio raggio e ai titolari di carta Alitalia American Express Platino brandizzata Alitalia. Tuttavia, chi non possiede questi requisiti, ma vuole usufruire del servizio può acquistare un ingresso singolo sia in aeroporto sia via web, oppure in agenzia di viaggi o attraverso il customer center.

«Con questa nuova lounge, facciamo un ulteriore passo per sfruttare la vocazione di Linate e servire la comunità di business di questa città e di questa regione», ha detto nel corso della cerimonia di inaugurazione il chief business officer di Alitalia, Fabio Lazzerini.

Ecco allora, sul fronte del network, l’apertura dello shuttle service su Parigi (otto frequenze su Charles de Gaulle e sei su Orly), dopo quello dello scorso anno su London City, in attesa che lo stesso tipo di servizio venga inaugurato anche su Roma, Catania e su due aeroporti europei come Bruxelles e Madrid. In primo piano, anche l’apertura dei nuovi collegamenti business con la Germania (Stoccarda e Colonia), «perchè l’obiettivo è attirare il traffico corporate servendo un elevato numero di frequenze».

A livello più generale, invece, l’ex vettore di bandiera continua ad aumentare i propri ricavi – «siamo arrivati al 24esimo mese consecutivo con il segno più, segno comunque di un’azienda viva» – con particolare riferimento al lungo raggio. «A novembre supereremo il +5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, a dicembre il +7%, e tutto questo con cinque aerei in meno dell’anno scorso».

Infine, si estenderà anche ad altre rotte (ad esempio, a quelle per la Sicilia) il nuovo concetto di pricing, che per il momento è stato introdotto «con successo» sulle tratte da Roma per Reggio Calabria, Torino, Venezia. «In questo modo, sarà possibile avere a disposizione, per ogni classe tariffaria, tutte e tre le nostre branded fares», conclude Lazzerini.

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli