Carrani e le otto lezioni imparate in pandemia

Carrani e le otto lezioni imparate in pandemia
19 Gennaio 13:07 2022 Stampa questo articolo

“Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior”, cantava De Andrè. Fiori sbocciati sul terreno della pandemia per Carrani Tours, che in piena era Omicron – la variante che (chissà) potrebbe portarci verso l’immunità di gregge – diffonde un documento a futura memoria: le otto lezioni imparate nel 2021. «Perché l’emergenza un giorno terminerà, usciremo da questa crisi, e dimenticheremo in fretta ciò che è bene ricordare per sempre», commenta la general manager della dmc romana Chiara Gigliotti.

1. ESSERCI, SEMPRE
“La pandemia ha introdotto nuove regole che hanno modificato la vita lavorativa che conoscevamo: si pensi al ruolo centrale che Zoom, Meet o Microsoft Teams rivestono ormai da mesi. La vita d’ufficio si è avvalsa di strumenti digitali che spaziano da Whatsapp, all’email, dai Trello boards al cloud. Molte delle manifestazioni internazionali dedicate al travel si sono svolte in modalità virtuale. Tutto questo ci ha insegnato che, quando non è possibile incontrarsi, è fondamentale trasmettere sempre vicinanza. Abbiamo contattato e interagito con più di 270 clienti quest’anno, di cui oltre il 70% sudamericani. Abbiamo preso parte a oltre 10 eventi internazionali, di cui 4 in presenza: Ttg Rimini, Iltm North America, Wtm Londra, Iltm Cannes. Abbiamo poi organizzato un evento 100% virtuale – Hola Carrani! – dedicato al mondo del B2B”.

2. TEAM SIGNIFICA CONDIVISIONE
“Una buona comunicazione aziendale dovrebbe essere sempre la base di ogni attività e di questo abbiamo fatto tesoro nel 2021. Abbiamo coinvolto tutto il team nella definizione, aggiornamento e miglioramento della nostra identità digitale, mettendo in evidenza, ancora una volta, quanto l’unione faccia la forza (e la differenza). L’estate del 2020 ha di certo costituito la base per l’impostazione delle nuove modalità di formazione a distanza, ma è nel 2021 che abbiamo reso queste pratiche parte della nostra quotidianità, organizzando oltre 20 webinar che hanno coinvolto circa 500 persone nel mondo. Insieme abbiamo discusso della stagione 2021-22-23 e condiviso le best practice di oltre 20 mesi di lavoro da remoto. Il team dei nostri rappresentanti commerciali ha, inoltre, organizzato corsi di formazione rivolti ad agenti di viaggi e tour operator, raggiungendo oltre 2.500 persone”.

3. COMUNICARE CON IL MONDO ESTERNO
“Questi mesi di pandemia ci hanno insegnato che non sempre è facile districarsi nella giungla di informazioni presenti sul web. Perciò ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo reso le nostre comunicazioni più esaustive e pertinenti. Abbiamo aggiornato la sezione Faq del nostro sito, organizzato webinar e sessioni di formazione, discutendo delle restrizioni in vigore, delle  attività in vendita e delle prenotazioni. Abbiamo migliorato lo stile delle nostre newsletter, inviando oltre 70 comunicazioni commerciali, comunicando cambi operativi, nuove regole sul trasporto, aggiornamenti sulle frontiere e linee guida su vaccinazioni, green pass e mascherine”.

4. RINNOVARSI, CRESCERE E AGGIORNARSI
“La nostra offerta turistica conta oltre 100 esperienze differenti. Il 2021 ci ha insegnato a studiare in maniera ancor più attenta il mercato, le sue tendenze e la concorrenza. A sfruttare ogni dato per programmare e aggiornarci. Il prodotto lanciato la scorsa estate si chiama Italian Renaissance: per spostarsi il cliente può scegliere tra treno ad alta velocità, auto a noleggio o autista personale. Le nostre esperienze a Roma si sono arricchite di nuovi orari e itinerari: dal tour serale con gelato al percorso dedicato ai Fantasmi e Misteri, fino alla visita al Colosseo dedicata ai più piccini”.

5. CREARE CONTENUTI CHE ISPIRANO
“Le persone vogliono viaggiare, più di prima, e ogni contenuto pubblicato in questi mesi ha contribuito a stregare migliaia di clienti che, incantati dal nostro bellissimo Paese, hanno scelto una volta ancora di trascorrere le vacanze in Italia. Per questo abbiamo lavorato a una strategie digitale d’impatto e ci siamo dati un tono (istituzionale o informale) negli oltre 15 articoli pubblicati sul nostro blog, sul sito e sui social. Abbiamo trasmesso in live-streaming più di 70 tour virtuali gratuiti da tutte le principali attrazioni in Italia, con le nostre serie #livefromitaly e #dreamfromhome. Abbiamo visitato le migliori esperienze, attrazioni e strutture ricettive del Made in Italy per i nostri partner e ospiti, generando oltre 30.000 minuti di contenuti live. Con quasi 2 milioni di impression, le nostre pagine sui social media hanno prosperato e ci hanno permesso di collaborare con influencer di viaggio e guest star per condividere l’autentica esperienza italiana con il mondo. I nostri post virali hanno portato nelle vostre case il sole del Colosseo o l’atmosfera bohemien dei Musei Vaticani. Vi abbiamo mostrato Roma da una prospettiva diversa, a bordo dei nostri bus Hop on Hop off e abbiamo pubblicizzato molte altre attrazioni attraverso le nostre pagine social. Abbiamo aderito a diverse iniziative online per sostenere il nostro settore, come il Tourist Guide Day, che ha sostenuto più di 100 guide turistiche nella loro missione: condividere l’arte, la cultura e l’esperienza all’italiana”.

6. CONQUISTARE NUOVI ORIZZONTI
Non ci siamo davvero mai fermati, ma crediamo la risposta più eloquente sia quella che il nostro mercato continua a darci ogni giorno. Il nostro portfolio di esperienze si è arricchito di partenze in lingua italiana, stimolando un mercato storicamente poco abituato a viaggiare tra i propri confini. Ha generato nuove e importanti collaborazioni con le attrazioni e ci ha consentito di prendere parte alla 23ª edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico a Capaccio di Paestum, durante la quale la nostra managing director e responsabile prodotto, Letizia Cicconetti, ha sperimentato in prima persona alcune tra le tendenze di viaggio più in voga della prossima stagione. Il lavoro svolto ha generato un passaparola senza precedenti, facendoci conquistare oltre 70 nuovi clienti”.

7 . TENERE SEMPRE UNITA LA FAMIGLIA
“Questo è lo spazio nel quale vogliamo ringraziare questo nostro straordinario 96% di pubblico organico che ogni giorno ci segue ed interagisce con i nostri contenuti. Ci ripagate della qualità, della sostanza e dell’impegno e ci consentite di continuare a crescere. Grazie! Senza di voi non sarebbe mai la stessa cosa ma questa lezione è da sempre la più importante di tutte”.

8. METTERCI LA FACCIA E DIVERTIRSI FACENDO CIÒ CHE AMIAMO
“Avete visto i nostri selfie natalizi? Conoscete Davide Bello, nostro brand ambassador per le migliori esperienze a Roma? Seguite la nostra executive sales, Claudia Tafuri, in un percorso in lingua spagnola dedicato a  Napoli; oppure passeggiate per Firenze in compagnia di Marise Nakagawa e della nostra global sales manager & social media strategist, Zena Batocchi. Potreste partecipare a una lezione di cucina in compagnia della nostra general manager, Chiara Gigliotti, oppure scoprire tutto sugli itinerari religiosi in Italia con Kika. Sappiamo quanto importante sia dare un volto, un nome e una voce al nostro lavoro; ma se c’è una lezione che abbiamo davvero imparato è che possiamo farlo divertendoci, sperimentando e imparando ogni giorno.

*Già nel 2020 il t.o. Carrani Tours si era aggiudicato il World Travel Leaders Award, assegnato dal Wtm London con L’Agenzia di Viaggi Magazine, per la sua capacità di resistere alle avversità ed evolversi in tempo di crisi. Quanto fatto nel 2021 ne è la semplice riprova. Per questo rinnoviamo i nostri complimenti al patron Paolo Delfini e al suo super team guidato dalla più caparbia tra i manager: Chiara Gigliotti.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore