Caraibi, dal 25 maggio Anguilla apre le porte ai turisti stranieri

Caraibi, dal 25 maggio Anguilla apre le porte ai turisti stranieri
12 Maggio 11:22 2021 Stampa questo articolo

Il governo di Anguilla, nel nord dei Caraibi, ha annunciato la riapertura dei confini dell’isola ai turisti il 25 maggio. In queste settimane, dal 22 aprile, c’è stata la chiusura per gestire efficacemente un gruppo di persone risultate positive al Covid-19.

Sono state testate 1.460 persone e di questi 64 casi positivi sono stati identificati. Tutti gli individui identificati sono stati posti in quarantena e monitorati durante il loro recupero. Il governo ha ampliato i siti di vaccinazione in tutta l’isola per raggiungere l’obiettivo dichiarato del 70% della popolazione residente di Anguilla, che ridurrà drasticamente la possibilità di trasmissione virale. Al 5 maggio 2021 c’erano 8.007 persone registrate per il vaccino, di cui 7.332 persone avevano ricevuto la prima dose, rappresentando il 58% del numero della popolazione target di 12.600 persone. Finora, 3.173 persone hanno ricevuto la seconda dose.

Alla luce dell’efficace contenimento e dell’avanzamento del piano vaccinale sull’isola, il governo di Anguilla ha ridotto il periodo di quarantena a sette giorni per i visitatori che hanno completato la vaccinazione, ovvero visitatori che hanno ricevuto l’ultima dose di vaccino almeno tre settimane prima dell’arrivo sull’isola.

«Abbiamo avuto una ricaduta temporanea quando abbiamo dovuto chiudere i confini il 22 aprile – ha dichiarato Quincia Gumbs-Marie, segretario parlamentare del Turismo – Abbiamo agito prontamente e implementato misure proattive per gestire e controllare queste infezioni, insieme a una sensibilizzazione alla campagna vaccinale. Siamo convinti di poter riaprire i confini in sicurezza proteggendo la salute dei nostri residenti e visitatori”.

Le precedenti misure rimarranno in vigore e i visitatori non vaccinati dovranno mostrare all’arrivo una prova di assicurazione sanitaria.

Per i visitatori vaccinati e non vaccinati, bisogna: richiedere il permesso di entrata; avere esito negativo al test rt-Pcr effettuato tra i 3 e 5 giorni precedenti all’arrivo sull’isola; sottoporsi a un test Pcr all’arrivo presso il porto di ingresso.

Il periodo di quarantena per i viaggiatori che dimostrano di aver completato la vaccinazione al Covid-19 con l’ultima dose somministrata almeno tre settimane (21 giorni) prima della data di arrivo sarà ridotta a 7 giorni. Per i viaggiatori non vaccinati rimarrà di 10-14 giorni, a seconda del Paese di provenienza.

Le famiglie multigenerazionali e/o gruppi con un insieme di persone vaccinate e non dovranno sottoporsi a un periodo di quarantena di 10 giorni, utilizzando esclusivamente i servizi di alloggio certificati.

I tamponi rapidi antigienici per il Covid-19 approvati dal Phe potranno essere utilizzati solo per le persone che lo richiedono per continuare il viaggio. Questi tamponi non potranno essere utilizzati per le persone che arrivano ad Anguilla o che terminano il periodo di quarantena.

Le tasse per i visitatori saranno di 300 dollari a persona + 200 dollari per ogni persona in più. Le tasse per i visitatori che soggiornano negli alloggi privati saranno di: 300 dollari a persona per i vaccinati + 200 dollari per ogni persona in più.

Le persone che viaggiano in gruppo (più di 10 persone) dovranno essere vaccinate per entrare e prendere parte in qualsiasi aggregazione di massa ad Anguilla.

Spa, palestre e trattamenti di bellezza saranno permessi per i visitatori che soggiornano per un breve periodo se sia lo staff che i visitatori hanno completato la vaccinazione, ovvero sono passate tre settimane dalla somministrazione dell’ultima dose di un vaccino approvato.

LUGLIO. Dal 1° luglio 2021, i visitatori di Anguilla completamente vaccinati almeno tre settimane prima dell’arrivo non saranno tenuti a eseguire la quarantena all’arrivo. Le persone che entrano ad Anguilla dovranno avere un test Covid-19 negativo somministrato 3-5 giorni prima dell’arrivo. I vaccinati non saranno testati all’arrivo. Va sempre chiesto il permesso di ingresso, ma non è richiesta alcune prova di assicurazione sanitaria e nessuna tassa per l’ingresso.

Famiglie multigenerazionali e / o gruppi con un mix di individui che non sono idonei per il vaccino (cioè i bambini), non avranno bisogno di quarantena, ma avranno bisogno di un tampone Pcr negativo somministrato 3-5 giorni prima dell’arrivo e successivamente durante il soggiorno. Tali tamponi possono essere a pagamento.

«Anguilla rimane una destinazione desiderabile e ricercata – ha detto il direttore del Turismo Stacey Liburd – Non vediamo l’ora di dare il benvenuto ai nostri numerosi ospiti abituali e di ricevere nuovi amici ad Anguilla, che scopriranno da soli ciò che rende la nostra isola una destinazione oltre lo straordinario».

L'Autore