Caos aeroporti, la soluzione nell’accordo Wttc-Wef

Caos aeroporti, la soluzione nell’accordo Wttc-Wef
22 Luglio 12:45 2019 Stampa questo articolo

I viaggi del futuro? Sicuri e senza intoppi. Lo credono il World Travel & Tourism Council (Wttc) e il World Economic Forum (Wef), che non a caso hanno appena firmato un accordo per assicurare che, in futuro, l’utilizzo dei più moderni sistemi digitali possa assicurare a chi viaggia il maggior numero possibile di vantaggi. La partnership, nel dettaglio, vedrà le due associazioni collaborare, scambiarsi informazioni e lavorare insieme per raggiungere un’armonizzazione e livello mondiale nell’utilizzo dei più moderni standard, a cominciare dalla tecnologica biometrica.

Da parte loro, anche prima di questo accordo, sia Wttc che Wef erano giù attivamente impegnate nello sviluppo di iniziative che mirano ad aumentare la sicurezza nel mondo del travel. È il caso, ad esempio, di “The Known Traveller Digital Identity”, il progetto intrapreso dal World Economic Forum insieme ai governi canadese e olandese, oltre che ad Air Canada, KLM, l’aeroporto di Schiphol e quelli di Toronto Pearson e Montréal-Trudeau, per diffondere l’uso della tecnologia biometrica su scala sovranazionale.

«Dai dati in nostro possesso, il settore travel & tourism creerà più di 100 milioni di posti di lavoro nei prossimi dieci anni. dal momento che non ci possiamo aspettare che gli aeroporti in giro per il pianeta aumentino la propria capacità nella stessa proporzione, l’unico modo che abbiamo è di assicurare a tutti i viaggiatori l’utilizzo della tecnologia biometrica, superando la frammentazione oggi esistente», ha detto Gloria Guevara, presidente e ceo di Wttc.

«L’idea di una piattaforma come quella di The Known Traveller Digital Identity è stata pensata per essere scalabile e utilizzabile da tutti i diversi player dell’industria turistica. La collaborazione con Wttc ci servirà per rendere questo progetto ancora più capace di incontrare le necessità di tutti», ha concluso Christoph Wolff, head of mobility industries and system initiative del World Economic Forum.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli