I campioni del riciclo a bordo
del Treno Verde

22 febbraio 11:50 2017 Stampa questo articolo

Torna il Treno Verde. Fino al 31 marzo il convoglio ambientalista di Legambiente e Ferrovie dello Stato Italiane, con la partecipazione del ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio del Mare, viaggerà per l’Italia per raccontare, in 11 tappe, da Catania a Milano, l’economia circolare (quella del riciclo), promuovere la sostenibilità che parte dal basso e diffondere l’informazione scientifica. Motto del Treno Verde 2017 è “Ogni fine è un nuovo inizio”.

Un’economia che aiuta la crescita sostenibile come dimostrano i dati diffusi dalla Commissione Europea che stimano in 580mila i posti di lavoro (190mila solo in Italia) che si creeranno grazie al comparto all’interno dell’Unione entro il 2030, e quantificano in 72 miliardi di euro il risparmio per le imprese europee con un uso più efficiente delle risorse, e una conseguente riduzione delle importazioni di materie prime.

Quest’anno, inoltre, Fs decide di dare il suo supporto all’ambiente anche permettendo al territorio di rifiorire socialmente reimpiegando le tante stazioni in disuso in giro per l’Italia. Circa 110mila mq che potranno essere utilizzati per iniziative o da associazioni che vogliano rivitalizzare le aree limitrofe. Prima stazione a lanciare il progetto, Anzio.

«Dalle aziende al singolo cittadino tutti dobbiamo fare la nostra parte per l’ambiente, per questo oltre al Treno Verde, Fs supporta la causa ambientalista con il concorso Call for Ideas che premierà con un abbonamento regionale annuale il migliore spunto per riciclare i rifiuti – ha spiegato alla conferenza di presentazione a Roma, Gioia Ghezzi, presidente di Fs, assieme a Rossella Muroni, presidente di Legambiente e Gian Luca Galletti, ministro dell’Ambiente – Per il 2017 contiamo di avere 30mila presenze a bordo del Treno Verde, di cui 10mila solo di giovanissimi che sono degli influencer potentissimi per le proprie famiglie, quindi i migliori ambasciatori per i campioni del riciclo che sono i protagonisti sul Treno. Viaggiare su rotaia resta il modo più green di muoversi: in 6 anni Fs ha ridotto del 6% il consumo energetico. Chi si sposta con i treni impatta dall’8 al 10% in meno rispetto a chi lo fa con una macchina e del 7% in meno di chi lo fa in aereo».

Il Treno Verde che quest’anno avrà anche il compito, in collaborazione con il Cnr, di monitorare l’inquinamento indoro e rilanciare le pratiche anti-smog farà una tappa straordinaria il 24 aprile a Bruxelles per presentare anche alla Commissione Europea i player italiani dell’economia circolare.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Valentina Neri
Valentina Neri

Giornalista

Guarda altri articoli