Nuova era Caboverdetime, le intenzioni di Pietro Dusi

Nuova era Caboverdetime, le intenzioni di Pietro Dusi
25 Giugno 07:00 2019 Stampa questo articolo

Il rafforzamento della squadra commerciale, un nuovo sito con vendita online B2B e una strategia social, tutti strumenti per sostenere la crescita. Comincia così il nuovo corso di Caboverdetime, quello sotto la guida di Pietro Dusi, il nuovo responsabile commerciale e referente comunicazione e marketing dell’operatore, che prende il testimone da Michele Rongoni, direttore commerciale per quindici anni. Dusi arriva da I Viaggi di Atlantide, dove si è occupato di gestione commerciale e rapporti con le agenzie di viaggi e Olta.

«Una delle necessità ora per Caboverdetime – spiega Dusi – è quella di ampliare il bacino di utenza, anche in riferimento alle circa 2.500 adv che oggi lavorano con noi, per sostenere la crescita dell’operatore con le nuove strutture in programmazione e il volo settimanale da Bergamo su Sal».

DAI CRAL ALLA PARTNERSHIP CON TRUSTFORCE. Una delle vie con cui questo verrà fatto sono i Cral (Circoli ricreativi aziendali lavoratori): «Saranno seguiti con l’inserimento sul territorio di una nuova risorsa (la cui nomina è imminente, ndr), che curerà direttamente i rapporti con loro e con le agenzie che li gestiscono». E sul fronte commerciale si rafforza ulteriormente la squadra anche grazie alla collaborazione già avviata con Trustforce, la società di promoter di Giampaolo Vairo.

Le new entry commerciali in Caboverdetime, invece, sono Marco Comelli e Federica Colle (quest’ultima proveniente come Dusi da I Viaggi di Atlantide, ndr). «I due promoter si occuperanno rispettivamente di Milano e Lombardia e di Piemonte e Liguria. Il quadro si completa, inoltre, con l’ingresso di Riccardo Rota, che oltre a seguire la parte online e social media, darà supporto ai promotori e si occuperà in prima persona del territorio di Brescia, Bergamo, Mantova e Verona. Vorremmo arrivare a coprire almeno la totalità dell’Emilia Romagna, per un totale di 4mila adv circa», spiega Dusi.

BOOKING B2B ANCHE ONLINE. Nei prossimi tre o quattro mesi arriverà anche il nuovo sito. «Mentre adesso è essenzialmente una vetrina statica, apriremo la vendita B2B anche online, mentre ora il booking è solo telefonico e dunque non dà alle agenzie accesso in tempo reale a disponibilità e prezzi. Vorremmo farne uno strumento da cui lanciare call to action e campagne, migliorare la fidelizzazione del cliente, raggiungere chi ancora non riusciamo, e anche utilizzare i dati forniti dai partner in loco per realizzare un’immagine più completa del t.o. all’esterno», spiega ancora Pietro Dusi.

Riccardo Rota, invece, racconta la nuova strategia social dell’operatore. «Per prima cosa l’obiettivo è spingere sui social per arrivare a intercettare il cliente finale mandandolo però poi sempre in agenzia. Per esempio su Instagram la strategia è quella di raccontare non solo l’operatore ma anche la destinazione e le esperienze che offre. Faremo un piano marketing, e soprattutto stiamo lavorando all’implementazione del nuovo sito».

AL VIA LE VENDITE DELL’INVERNO. La comunicazione sarà uno step importante per dare visibilità ai nuovi prodotti. Chiuso infatti lo storico Crioula, ora le due strutture di punta di proprietà a Sal sono Halos Casa Resort, 4 stelle all inclusive, proposto soprattutto alle famiglie, e Hotel Sobrado, 4 stelle in bed & breakfast, adatto anche a clientela business e a chi magari è repeater, conosce già bene l’isola e cerca una struttura solo con prima colazione per muoversi poi liberamente. «Sono sempre proposti con volo Blue Panorama da Bergamo con partenza il sabato sera e rientro la domenica mattina, permettendo così di toccare anche un pubblico più ampio grazie ai voli di avvicinamento. È stato prolungato fino al 30 aprile 2020».

L’operatore pensa già infatti alla stagione invernale con le vendite si aprono martedì 25 giugno. «Opereremo un abbassamento dei supplementi per le varie tipologie di camere in modo da spingere le vendite presso le famiglie – prosegue Dusi – Oggi l’80% del fatturato è realizzato in Lombardia, e al momento non è in programma l’apertura dei voli da nuovi aeroporti. Abbiamo la necessità di spiegare bene il nuovo prodotto Halos, un livello alto di hôtellerie, con appartamenti di almeno 45 metri quadri». Attualmente la struttura conta su circa 110 camere, ma è solo parte di un progetto più ampio che vedrà come prossima fase la realizzazione di un’ulteriore struttura – in costruzione – da 250 camere, debutto previsto la prossima primavera.

Ma anche dalle ceneri del Crioula sono nate alcune novità: il terreno è stato infatti acquistato dai tedeschi di Robinson che a metà dicembre aprirranno il loro Club Capo Verde, un 4 stelle only adult «col quale abbiamo negoziato ottime tariffe e offriamo una ventina di camere a settimana, al momento in esclusiva per l’Italia in attesa che eventualmente si muovano altri grossi operatori», lascia intendere Dusi.

VIRATA SULL’ALTA GAMMA. Il volo da Bergamo conta su 170 posti a settimana, venduti in piccola parte anche come solo volo. E quando aprirà anche la nuova struttura alberghiera di Halos il manager non esclude partnership con altri operatori italiani interessati ad allotment. Sul fronte estero, al momento, la “lotta” è con Tui, forte di qualcosa come settanta voli a settimana su Sal da tutta Europa. Sono soprattutto tedeschi e inglesi i principali mercati sulla destinazione , «e si sta facendo avanti anche l’Europa dell’Est».

«La spesa media e il livello si stanno alzando (vedi l’ingresso di catene come Hilton e Melià, ndr) e l’isola riscuote successo nel segmento repeaters. Per questo Caboverdetime ha deciso di lasciare il Crioula e ripartire con nuove idee, non più il classico villaggio italiano all inclusive, ma strutture in grado di intercettare questo cambiamento».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Mariangela Traficante
Mariangela Traficante

Guarda altri articoli