BuyPuglia Tour sbarca in Lituania

04 febbraio 14:37 2019 Stampa questo articolo

Quarta tappa, in Lituania, del workshop BuyPuglia Tour 2019, iniziativa promossa da PugliaPromozione per presentare l’offerta turistica e i servizi della destinazione. Dopo Praga, Francoforte e Mosca, il team della promozione pugliese è giunto a Vilnius con una sessione di lavoro dedicata a incontri business one to one.

«La Lituania è un mercato che tra il 2013 e il 2017 ha registrato una crescita esponenziale del 700% delle presenze, grazie soprattutto al volo diretto Vilnius-Bari – ha spiegato Loredana Capone, assessore all’industria turistica e culturale della regione Puglia – Nella nostra regione, i turisti scoprono un’offerta molto ampia, che spazia dalla cultura, all’enogastronia, alla natura e allo sport, fino a manifestazioni ed eventi che animano la regione tutto l’anno. La nostra sfida è far conoscere questa Puglia ai turisti lituani già nella fase di scelta e pianificazione della  vacanza, rendendola una meta irrinunciabile».

Secondo un’analisi di PugliaPromozione, principale motivo di viaggio verso la Puglia per i turisti lituani è il mare, con numeri importanti: ad esempio Bari accoglie il 30% dei pernottamenti, seguita da Polignano, Lecce, Monopoli , Giovinazzo, San Giovanni Rotondo, Carovigno, Otranto, Vieste, Ostuni. Il 63% degli arrivi e delle presenze si concentra in strutture alberghiere; di questi, il 56,5% in hotel 4 stelle e il 30,5% in hotel 3 stelle. A guidare il team pugliese Alfredo De Liguori, marketing manager di Pugliapromozione.

Successo del Buy Puglia anche a Mosca, mercato-chiave dell’incoming pugliese come ha sottolineato Loredana Capone: «Quello russo è un mercato in costante crescita. Nel 2017 ha registrato un aumento degli arrivi in Puglia del +15,6% e dei pernottamenti del +19%. I russi, inoltre, sono tra i maggiori estimatori del Made in Italy e la Puglia, con il suo perfetto mix di proposte turistiche, servizi e una ricca offerta enogastromica e d’artigianato, riesce a soddisfare le loro esigenze. Da qualche anno abbiamo avviato un fruttuoso dialogo con enti e operatori russi per far conoscere le potenzialità della nostra regione e siamo entusiasti di constatare una risposta più che positiva».

A supporto dell’azione promozionale della Puglia, un’attenta analisi del mercato che è sostanzialmente alimentato da un traffico turistico prevalentemente di lusso, con una spesa media di viaggio che si aggira attorno ai 1.300 euro per un soggiorno medio di 3-4 notti in strutture alberghiere, in particolare in 4 e 5 stelle. Inoltre per il turista russo è imprescindibile nella scelta della destinazione un’offerta di proposte turistiche e di servizi di alto livello: dall’accoglienza ai transfer, dalla ristorazione di qualità allo shopping, fino alle attività culturali.

Anche nel caso della Russia, punto di forza dell’offerta Puglia per questo mercato è quello aeroportuale: le principali vie d’accesso alla Puglia sono gli aeroporti di Bari e Brindisi, ben connessi con destinazioni internazionali e primari hub europei tramite i principali vettori low cost e tradizionali che, con scalo a Roma o Milano, permettono di arrivare agevolmente in Puglia. Per la maggior parte dell’anno, da marzo a ottobre, voli diretti operati dalla compagnia aerea S7 permettono di raggiungere Bari da Mosca in meno di 4 ore.

L'Autore