Bsp Italia, incremento del venduto nell’area dollaro (+9,7%)

Bsp Italia, incremento del venduto nell’area dollaro (+9,7%)
22 gennaio 07:16 2019 Stampa questo articolo

Crescita a corrente alternata per la biglietteria Iata in Italia nel periodo ottobre 2017-ottobre 2018. Nel consuntivo Bsp, infatti, risulta forte l’incremento del venduto nell’area dollaro (+9,7%) e debole l’aumento nell’eurozona (+2,8%).

È quanto reso noto durante la 52ª riunione dell’Apjc – Agency Programme Joint Council di Iata, che si è tenuta in Italia a novembre scorso e a cui, accanto ai rappresentanti delle compagnie aeree, hanno partecipato i vari rappresentanti delle associazioni di categoria del turismo organizzato (tra cui Fiavet, Astoi, Assoviaggi e Assotravel).

Riunione in cui è stato confermato il pagamento quindicinale del Bsp a partire dal 1° gennaio 2020, che potrà anche essere settimanale per chi lo richiederà. Proprio quest’ultima cadenza è stata già adottata da 46 agenzie di viaggi tra quelle che in Italia sono attualmente in possesso di uno dei 1.615 codici Iata per il Bsp.

Il transato della biglietteria aerea certificato da Iata attraverso il Bsp riguarda 163 compagnie aeree offline e online (ovvero vettori con e senza voli dall’Italia) che presidiano il mercato italiano. Si tratta, secondo gli esperti, di un significativo attestato del valore economico generato dalle agenzie di viaggi italiane, a cui va aggiunto il peso specifico della biglietteria aerea che non passa dai canali Iata, ma che transita comunque dalle adv.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli