Brexit, linee aeree all’Ue: «Moratoria sulle regole di proprietà»

Brexit, linee aeree all’Ue: «Moratoria sulle regole di proprietà»
16 novembre 13:32 2018 Stampa questo articolo

In caso di hard Brexit, Ryanair, easyJet e Iag vogliono una moratoria sulle regole di proprietà. Mentre a Londra non si placa l’instabilità politica successiva all’accordo raggiunto da Theresa May con l’Unione europea, una delegazione composta da alcuni tra i più importanti vettori del vecchio continente si sarebbe incontrata nei giorni scorsi con Sabine Weyand, incaricata di seguire per la Commissione europea le trattative per Brexit.

Obiettivo: chiedere a Bruxelles una dilazione di un anno per l’applicazione delle regole comunitarie che riguardano la proprietà, in modo da non poter essere considerati come vettori extracomunitari in caso di mancato accordo sulla fuoriuscita del Regno Unito dall’Unione Europea.

Secondo quanto riportano fonti di stampa francesi, le compagnie aeree avrebbero chiesto l’introduzione di alcune misure per assicurare la continuità dei voli nel caso, tutt’altro che teorico, in cui si dovesse arrivare al prossimo 29 marzo senza un accordo tra le parti. Qualora ciò non succedesse, infatti, Ryanar, easyJet e i vettori che fanno parte di Iag (British Airways, Iberia, Aer Lingus e Vueling) non verrebbero più considerati come vettori europei dato che più della metà del loro capitale è detenuto da investitori britannici.

Addirittura, secondo alcuni osservatori, la percentuale di capitali europei all’interno di Ryanair sarebbe non superiore al 20%, mentre anche per un colosso come Iag non arriverebbe a superare il 30%. Stessi problemi anche easyJet, nonostante la creazione, avvenuta tempo fa, di una propria filiale austriaca da parte della compagnia inglese.

Intanto, dopo le polemiche seguite all’annuncio dell’accordo sulla Brexit raggiunto dal governo di Theresa May con l’Unione Europea, le Borse europee hanno punito soprattutto il settore dei trasporti e del turismo. Alla Borsa di Londra, easyJet ha perso il 6,67%, mentre a quella di Dublino, Ryanair ha lasciato sul campo una percentuale simile. in flessione anche Wizz Air (-4,89%) e Iag, che alla Borsa di Madrid ha perso il 4,69%.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli