Booking apre ai voucher, Nucara: «Vogliamo chiarezza»

Booking apre ai voucher, Nucara: «Vogliamo chiarezza»
15 Aprile 10:07 2020 Stampa questo articolo

Booking corregge il tiro e dà il via libera all’utilizzo dei voucher. «Anche se, a mio avviso, la lettera inviata ai partner è con riserva di ulteriori cambiamenti. E lo giudico un ravvedimento operoso tardivo e parziale, oltre che condizionato», commenta Alessandro Nucara, direttore generale di Federalberghi, che fin da subito – a nome della sua associazione e in simbiosi con le delegazioni regionali – si è messo a lavoro per combattere l’ostruzionismo delle Ota rispetto al nodo rimborsi per via delle cancellazioni a causa del coronavirus.

«Nei fatti è una correzione di rotta notevole – spiega Nucara – E almeno per il futuro è chiaro che fino a nuova indicazione applicheranno la legge italiana come è giusto che sia. Peccato che per ottenere ciò si è dovuto ricorrere alla diffida».

Nonostante tutto, però, sono ancora tante le incertezze: «Ad esempio, non si capisce cosa accadrà alle prenotazioni precedenti al 6 aprile (data in cui Booking ha modificato la sua policy sulle cancellazioni per forza maggiore), che sono quelle che pesano di più – prosegue il direttore generale di Federalberghi – In ogni caso, se le Ota, e non solo Booking, trascurano il nostro ordinamento non si farà molta strada».

Sui voucher, «qualcuno di più malizioso dice che saranno modello Expedia, e dunque con emissione dello strumento ma trattenimento del credito – conclude Nucara – E se fosse così sarebbe comunque un modo elegante di aggirare la norma che, ripeto, è stata fatta per evitare il fallimento delle aziende, in piena sofferenza di liquidità. Inoltre, penso che se il mercato fosse più equilibrato anche le altre componenti della filiera lavorerebbero meglio».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giulia Di Camillo
Giulia Di Camillo

Guarda altri articoli