Bonus Vacanze in Italia, detrazioni fino a 325 euro

Bonus Vacanze in Italia, detrazioni fino a 325 euro
20 Aprile 11:07 2020 Stampa questo articolo

Tra le parti salienti dell’atteso decreto Aprile – con misure a sostegno di famiglie e imprese che dorrebbero toccare i 75 miliardi di euro – ci sarebbe anche il cosiddetto “Bonus Vacanze in Italia”. L’ipotesi prevede una detrazione fiscale fino a 325 euro per tutte le famiglie che decideranno di pianificare un periodo di vacanze estive in Italia.

L’ipotesi era stata già avanzata dalla sottosegretaria Mibact, Lorenza Bonaccorsi, e da Maria Elena Boschi, che nei giorni scorsi avevano prefigurato uno strumento per dare liquidità immediata alle famiglie nella pianificazione di vacanze per l’estate 2020. Da altre voci del governo era stata avanzata anche l’idea di una sostanziosa detrazione fiscale per chi avesse deciso di programmare vacanze domestiche e far ripartire così il turismo incoming.

Al momento, però, la formula più accreditata è quella di prevedere un voucher di un valore  minimo di 325 euro, sotto forma di detrazione fiscale per chi intende prenotare soggiorni di almeno 3 notti in strutture ricettive italiane. Il bonus potrebbe essere richiesto da tutti i lavoratori che hanno un reddito compreso tra i 7.500 ed i 26.000 euro.

Il meccanismo dovrebbe essere lineare: secondo quanto emerso dalle riunioni tecniche al Mef, potrebbe variare in base al numero dei componenti del nucleo familiare. Uno sgravio di 100 euro se il lavoratore non ha figli a carico, ulteriori 100 euro se si ha un figlio, 75 euro aggiuntivi per il secondo figlio, e altri 50 euro di detrazioni per il terzo.

Secondo questa modalità si arriva così alla quota massima ipotizzata di  325 euro. I lavoratori che vorranno farne richiesta potrebbero chiedere al sostituto d’imposta che la detrazione venga applicata già nel mese successivo alla presentazione della domanda.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli