Bonaccorsi all’assemblea Fiavet: «Nuove risorse alle agenzie»

Bonaccorsi all’assemblea Fiavet: «Nuove risorse alle agenzie»
25 Settembre 14:34 2020 Stampa questo articolo

Nuove promesse di impegni concreti per il settore delle agenzie di viaggi: le hanno ribadite Alessio Villarosa, sottosegretario di Stato all’economia, che nel corso dell’assemblea nazionale di Fiavet, organizzata in Wte a Roma, ha rivendicato alcune azioni del governo: «Il governo ha speso 100 miliardi di euro per aiutare tutti, ma bisogna ammettere che il turismo è una delle categorie più colpite, e che ancora oggi soffre la mancanza di partenze e arrivi di turisti stranieri. Mi prendo la responsabilità di fare da tramite con l’esecutivo per superare assieme questa crisi, e mi sembra che fino a oggi sono stato di parola nel cercare di venire incontro alle vostre richieste».

Gli ha fatto eco anche la sottosegretaria di Stato al turismo presso il Mibact, Lorenza Bonaccorsi, che ha spiegato agli associati Fiavet riuniti in assemblea «Il percorso intrapreso per la costruzione di un fondo prevede un meccanismo snello. Noi difendiamo anche il bonus vacanze come incentivo al consumo e vi assicuriamo che cercheremo di capire come indirizzare il residuo del fondo per il turismo tutto, comprese le agenzie. Però dobbiamo essere costruttivi nel Recovery Plan così come è stato nell’emergenza».

È tornata quindi a proporre un nuovo modello di turismo per l’Italia. «E quando si ripartirà tutti inizieranno a correre e noi siamo avanti rispetto altri Paesi grazie alla nostra formula per affrontare il Covid, quindi potremmo esserlo nel presentare un modello di economia turistica nuovo. Il nostro binomio – ha proseguito – è inevitabilmente tra cultura e turismo e su questo si deve basare l’offerta, che deve tenere conto, anche per le agenzie, del digitale e della tecnologia, un modello che spesso la distribuzione ha inseguito, mentre occorre invece una visione strategica sul futuro».

Inoltre, secondo il Mibact l’overtourism non è più un problema ma le soluzioni che si erano intraprese per combatterlo, paradossalmente, sono quelle migliori anche in queste circostanze: il turismo lento, dei piccoli borghi è per le agenzie di viaggi una possibilità di sviluppo all’interno del proprio territorio.

Nel commentare gli interventi istituzionali, la presidente Fiavet Ivana Jelinic ha sottolineato: «Spero che il governo continui a non dimenticare provvedimenti specifici per le agenzie di viaggi e inizieremo anche noi, proprio da questa assemblea a ragionare sui temi da proporre a sostegno del nostro comparto, continuando, se possibile, sulla strada della semplificazione, con soluzioni rapide come l’autocertificazione. Per noi sono mesi in cui il lavoro non c’è; apprezziamo quindi la volontà di efficienza e di dialogo, e registriamo questo impegno e la presenza di oggi delle istituzioni in assemblea Fiavet quale elemento di speranza per il futuro».

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli