Bit 2021, Colombo: «Il travel ripartirà dalla fiera di Milano»

Bit 2021, Colombo: «Il travel ripartirà dalla fiera di Milano»
12 Ottobre 07:00 2020 Stampa questo articolo

«Vogliamo essere la porta d’accesso verso l’estate del 2021». Sarà la collocazione temporale (dal 7 al 9 febbraio), sarà il successo degli eventi extra-turismo tenutisi da settembre a Fiera Milano, ma la prossima edizione di Bit Milano si annuncia come un appuntamento irrinunciabile per l’industria del travel. Come dice senza mezzi termini Stefano Colombo, exhibition director di Bit 2021 – Borsa Internazionale del Turismo, ricordando il claim – “Step into a new journey” – e la volontà di essere la manifestazione della ripartenza. «Anche per quegli espositori che, per un motivo o per l’altro, in passato non sono venuti».

Che significato ha una fiera come Bit in questa fase?
«Bit 2021 vuole essere un momento di rilancio per un settore impegnato a ripensarsi, progettando relazioni e sviluppando nuovi concept. Una piattaforma di dialogo continuo dove le aziende si incontreranno tra loro e con gli altri attori della filiera, compreso il viaggiatore, per riprogettare l’offerta e la sua distribuzione sul mercato per rispondere in modo efficace alle nuove esigenze e abitudini di consumo. Il concetto unico di Bit, che presenta in un mix bilanciato proposte B2B e B2C, si concretizzerà domenica 9 febbraio, giornata aperta al pubblico».

Che aspettative ci sono sulla ripartenza del turismo?
«Il 2021 sarà un anno cruciale per la ripresa. Da sempre la collocazione a febbraio rende Bit il momento migliore in vista della stagione successiva, e questo sarà ancora più vero per la prossima edizione. È probabile che anche l’anno prossimo molti viaggiatori resteranno in Italia e questa sarà un’opportunità unica per rilanciare il turismo domestico. D’altro canto, ci aspettiamo anche una ripresa dei flussi dall’estero con un’importante componente di internazionalizzazione nella manifestazione».

Come si evolverà nel 2021 la manifestazione?
«Oltre ad aver rafforzato la parte convegnistica, abbiamo pensato a “Bit Experience” come a un’area focalizzata sulle nuove proposte di vacanza legate a natura, slow tourism, turismo enogastronomico; dedicheremo lo spazio “I love wedding” alle migliori soluzioni per cerimonie e viaggi di nozze unici. Abbiamo anche reso più importante Mice Village, mentre nelle aree BEtech e Start Up presenteremo le aziende più giovani e dinamiche. Bit4Job, infine, sarà un hub dedicato alla ricerca di talenti da parte delle aziende e opportunità per i professionisti del settore».

Le novità riguardano anche il format dell’evento?
«Bit e tutte le manifestazioni di Fiera Milano sono impegnate da tempo in un’evoluzione da momento fieristico a partner a tutto campo delle aziende 365 giorni l’anno, grazie a un mix di strumenti fisici e digitali. Il nuovo passaggio in questo percorso è Fiera Milano Platform, una costellazione di innovativi servizi fisici e digitali con l’obiettivo di rendere l’esperienza del cliente sempre più smart, immersiva e sicura».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli