Best Western lancia il suo chatbot, Best Friend

Best Western lancia il suo chatbot, Best Friend
16 Novembre 07:00 2017 Stampa questo articolo

Best Western porta il suo chatbot, Best Friend in 160 dei suoi alberghi. In fase test all’inizio del 2017, il servizio è ora attivo negli hotel del brand in Italia. Sviluppato da Travel Appeal, Best Friend consente una relazione diretta con i viaggiatori: un potente motore di marketing automation che fornisce supporto, vende servizi aggiuntivi, costruisce programmi di fedeltà e interpreta le esigenze dei clienti.

Nato per offrire ai clienti un servizio di ospitalità a 360°, il chatbot lavora sulla piattaforma Messenger di Facebook, quindi senza nessun download, e permetterà agli ospiti di tutti gli hotel Best Western italiani, subito dopo la prenotazione, di effettuare il check-in ed esplorare gli eventi in città assistiti dal bot intelligente attivo 24 ore e in grado di gestire l’80% delle richieste in totale autonomia.

Best Friend è in grado di riconoscere e interpretare preferenze, gusti e attitudini di ciascun utente, suggerendo anche soluzioni e idee d’intrattenimento sul territorio, e, in caso di necessità, connette direttamente i viaggiatori proprio allo staff, ai concierge e alle strutture di cui hanno bisogno, per un supporto personalizzato.
Inoltre, grazie a un accordo con Musement, l’assistente virtuale potrà fornire al cliente anche suggerimenti personalizzati sulle migliori attrazioni e attività turistiche disponibili nella città in cui sta soggiornando, tutte facilmente prenotabili e acquistabili attraverso la piattaforma online.

Fin dal momento del lancio, Best Friend ha mostrato il grande vantaggio di introdurre nuovi spazi di relazione e di experience: si consulta sia in mobilità da smartphone e tablet sia da desktop e si attiva contestualmente alla prenotazione quando il cliente, tramite thank you page, sms o email, riceve l’invito a collegarsi al chatbot.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore