Baleari, multe a HomeAway e Airbnb per affitti illegali

Baleari, multe a HomeAway e Airbnb per affitti illegali
04 Aprile 11:21 2018 Stampa questo articolo

Dopo Airbnb e TripAdvisor, è il turno di HomeAway che ha ricevuto una multa da 300mila euro dal governo delle Baleari. Il motivo sarebbe la presenza sulla piattaforma di affitti turistici illegali per le isole spagnole.

Il governo dell’arcipelago si è dotato recentemente di una legge che prevede sanzioni molto severe per chi trasgredisce la norme, con particolare attenzione per Olta, portali e piattaforme online.

Lo scorso febbraio anche Airbnb si era visto recapitare una multa dello stesso valore  per la presenza sulla piattaforma di affitti di case illegali. Il gigante dell’home sharing è stato il primo a vedersi presentare una sanzione dal governo di Maiorca in base alla Legge sul turismo del 2012 che proibisce l’affitto per scopo di vacanze di case in edifici plurifamiliari. Solo nel 2017, però, la legge è stata riformata includendo un quadro normativo preciso e delle sanzioni di riferimento.

HomeAway, di proprietà del Gruppo Expedia, ha circa 15 giorni di tempo – a partire dallo scorso 28 marzo, data dell’accertamento da parte della Conselleria de turismo delle Baleari – per presentare ricorso.
«Tutte quelle piattaforme che offrono stanze in affitto o altri tipi di offerte illegali e che non si sono conformate alla nuova legge sugli affitti turistici possono essere sanzionate per legge con una ammenda come quella corrisposta a HomeAway», ha dichiarato il titolare del dipartimento turismo, Bel Busquets.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore