Bahamas viaggia da sola: non solo combinati con gli Usa

Bahamas viaggia da sola: non solo combinati con gli Usa
16 Ottobre 07:00 2018 Stampa questo articolo

«Bahamas non solo in combinato con viaggi negli Stati Uniti, ma anche come destinazione da vivere e scoprire con il semplice soggiorno mare». Maria Grazia Marino, senior regional manager di Bahamas Tourist Office sottolinea quelle che sono le caratteristiche che fanno dell’arcipelago una meta facile da raggiungere, «con una vasta offerta di attrazioni culturali e culinarie, oltre alle numerose attività sportive che si possono praticare , come golf e sport acquatici o gite in barca a vela, e un mare unico con lunghe e bianche spiagge». Insomma, una destinazione per dirla con le parole di Marino – «che sta in piedi anche da sola».

L’arcipelago di Bahamas è raggiungibile dalle molte città americane, tra cui New York e Miami – dall’aeroporto Jfk si aggiunge anche un volo Delta Air Lines nostop giornaliero verso Nassau, mentre Bahamasair adesso vola di sabato con Boeing 737 per 120 passeggeri dallo scalo di Miami verso San Salvador. «Ma Bahamas è collegato anche con tanti altri scali nel mondo. Dal Canada, ad esempio, partono voli da Montréal e da Toronto. Oppure anche da Parigi e da L’Avana per la capitale con quattro collegamenti giornalieri».

Marino sottolinea, inoltre, il ruolo fondamentale delle agenzie viaggi nel presentare al meglio le tante sfaccettature di Bahamas. «Perché possano vendere conoscendo in modo approfondito il prodotto, abbiamo messo loro a disposizione una brochure in italiano con tutto il materiale informativo necessario e a breve presenteremo una serie di training online – saranno moduli in lingua italiana -– per fare ancora più formazione».

Nel frattempo, prosegue la campagna di incentivazione delle vendite a Nassau attraverso l’iniziativa Nassau Paradise Island Promotion Board: ogni quattro notti prenotate negli hotel della capitale aderenti il circuito e registrata la pratica su Mybookingrewards.com, l’agente ha diritto a 20 euro su carta Mastercard prepagata.

L'Autore

Silvia Pigozzo
Silvia Pigozzo

Guarda altri articoli