Austria revolution alla Triennale. E la promozione si fa in bici

Austria revolution alla Triennale. E la promozione si fa in bici
27 Giugno 14:19 2019 Stampa questo articolo

Alla mostra Broken Nature: Design Takes on Human Survival, di scena alla Triennale di Milano fino al 1° settembre, l’Austria che si è aggiudicata il secondo premio come miglior padiglione è presente con il progetto Circular Flows – The Toilet Revolution. Si tratta di un rivoluzionario “urine trap”  che offre una soluzione all’impatto ambientale sulle acque attraverso la differenziazione delle sostanze, in particolare il ciclo sostenibile dell’azoto.

Da qui, è partito l’evento “In bicicletta una sera di inizio estate”, promosso dall’ente del turismo con la collaborazione di Girolibero, per promuovere un tour su due ruote lungo i punti caratteristici del capoluogo lombardo alla scoperta dell’Austria. Tappa dopo tappa si snoda un percorso che tocca le tre regioni austriache più gettonate: Carinzia, Stiria e Salisburghese.

Tra le novità della Carinzia, presentata al Parco Sempione, il Gran Tour dei laghi, 340 chilometri lungo le rive di dieci laghi e quelle dei fiumi Gail e Drava. Una nuova attrazione sarà lo stadio di Klagenfurt, sede in settembre e ottobre 2019 del più grande progetto artistico mai allestito in Austria in uno spazio pubblico: “For forest”, un vero bosco, in cui la natura è contemplata come un autentico spettacolo, solo da vedere.

Nel verde City Life la regione Termen-&Vulkanland Steirmark in cui l’offerta cicloturistica (circa 3mila km con 14 grandi itinerari) propone un’esperienza unica attraverso benessere e produzioni locali da gustare, come il Gaumenfreuden (tour dei gourmand) con il SchokoLaden Theater, laboratorio-museo del cioccolato di Josef Zotter oppure il Murauentour che parte e percorre il fiume Mur da Bad Radkersburg cittadina storica e specializzata in wellness sportivo.

Nel Parco Biblioteca degli Alberi, tra piazza Gae Aulenti e il quartiere Isola, ampio spazio è stato dedicato alla regione Salisburgese: sette itinerari per un totale di circa 7mila chilometri, tra cui spicca la Ciclabile dei Tauri, ai margini del Parco Nazionale Alti Tauri. 270 chilometri che partono dalle cascate di Krimml e percorrono il fiume Salzach fino a Salisburgo.

Lo scorso anno, l’ Austria ha registrato oltre 30 milioni di arrivi stranieri, di cui un milione sono italiani. Nel primo quadrimestre del 2019 il Paese ha rilevato un incremento dei turisti italiani del +10,8%, rispetto allo stesso periodo del 2018, e pernottamenti aumentati del +10,6%; mentre i dati derivati dai mercati esteri si attestano sempre in crescita per gli arrivi con + 2,4% e in leggero calo i pernottamenti con -0,4%.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giuliana Colavito
Giuliana Colavito

Guarda altri articoli