Australia per Millennial: il 25% dei turisti ha meno di 30 anni

by Silvia Pigozzo | 6 Dicembre 2017 11:32

Per molti è la prima scelta in occasione del proprio viaggio di nozze, l’Australia si scopre anche una meta molto ambita dai Millennial. È quanto è emerso durante il roadshow per presentare la destinazione organizzato da Tourism Australia e dedicato agli operatori del settore, che dopo Torino ha visto Milano accogliere all’Hotel Magna Pars 50 agenzie di viaggi e 30 tour operator.

All’iniziativa hanno partecipato anche i principali partner dell’ente, tra cui Queensland, Northern Territory, South Australia e le compagnie aeree Cathay Pacific, che offre un collegamento quotidiano da Milano verso le principali città australiane via Hong Kong e da Roma quattro voli a settimana, Singapore Airlines con 28 voli settimanali sempre da Milano e da Roma, ed Etihad Airways, verso l’Australia dalle principali città italiane via Abu Dhabi.

Ogni anno, secondo quanto raccolto, sono oltre due i milioni di ragazzi che visitano il Paese, circa il 25% degli arrivi internazionali. Non solo, rappresentano il 46% della spesa complessiva, che è di 18,7 miliardi di dollari australiani.

«L’Australia è una vera e propria palestra per quei giovani che vogliono fare una vacanza ma allo stesso tempo anche un’esperienza lavorativa. Molti italiani la scelgono come percorso formativo dopo la scuola», ha affermato Eva Seller, regional general manager continental Europe di Tourism Australia.

Lo scorso luglio, infatti, circa il 32% dei turisti italiani che l’hanno visitata aveva un’età compresa tra i 15 e i 29 anni, contro il 25% che possedeva un’età compresa tra i 30 e i 39 anni, in leggero aumento dell’1% rispetto allo stesso periodo del 2016. Che sia quindi per vacanza o per andare a trovare amici e parenti, gli italiani che tra luglio 2016 e luglio 2017 hanno visitato l’Australia sono stati circa 78mila, registrando un tasso di crescita del 3,3%.

Nel mese di settembre, invece, gli arrivi dall’Italia sono stati 6.200. E la spesa totale generata dal movimento turistico italiano è stata di circa 508 milioni di dollari australiani, con una spesa media per viaggio di poco più di 5mila dollari australiani, in flessione del 5%.

Sesto Paese al mondo per estensione, sono diversi gli itinerari per scoprirla, tra cui l’Explorer’s Way, un percorso da Adelaide a Darwin lungo 3.200 chilometri tra colline e vigneti, passando per Kangaroo Island, Eyre Peninsula o anche per i parchi nazionali di Kakadu e Nitmiluk.

 

 

 

Source URL: https://www.lagenziadiviaggi.it/australia-per-millennial-il-25-dei-turisti-ha-meno-di-30-anni/