Arriva Destination Florence contro il turismo mordi e fuggi

23 gennaio 22:05 2017 Stampa questo articolo

Il Comune di Firenze scende in campo con Destination Florence, il progetto curato dal Firenze Convention & Visitors Bureau, che vede la partnership dell’amministrazione comunale. L’operazione permetterà di monitorare i flussi turistici, diversificare l’offerta turistica e migliorare le strategie di promo-commercializzazione della destinazione Firenze.

Così il Comune, attraverso il proprio partner, punterà a delineare le strategie, ad avere in mano la governance del turismo, facendosi promotore diretto degli accordi tra istituzioni e privati e chiarendo definitivamente i ruoli dei vari attori del territorio. La dispersione dell’offerta e la frammentazione del prodotto, oltre a danneggiare l’immagine della destinazione, costituiscono motivo di forte confusione tra i buyer e tutti i potenziali clienti della città. In questo scenario, il sindaco ricopre i ruoli strategici di primo ambasciatore, promotore e sponsor di Firenze.

«Un progetto unico in Italia – ha detto il primo cittadino Dario Nardella – per riprendere in mano il controllo della promozione e commercializzazione turistica della nostra città. Grazie al rapporto esclusivo che il Comune di Firenze ha stretto con il Convention Bureau, lanceremo la prima piattaforma di informazione, promozione e vendita online dei servizi turistici della città, allargata anche alla città metropolitana. In questo modo potremo sfidare i grandi player della vendita turistica online e mettere in campo azioni concrete contro il turismo mordi e fuggi e il bagarinaggio di ingressi nei musei, che spesso porta a biglietti con forte sovraccarico, a danno dei tanti turisti che vogliono visitare i nostri musei. Puntiamo a migliorare l’offerta turistica della città, decongestionando il centro storico, promuovendo e vendendo destinazioni che appartengono al territorio comunale e metropolitano. È la sfida che tutte le città d’arte devono lanciare».
Il portale si rivolge a tre target principali di utenti – cittadini, turisti, studenti – e sarà la piattaforma attraverso la quale l’offerta turistica globale della destinazione sarà promossa e commercializzata in tutto il mondo. Destination Florence sfrutta un sistema tecnologico in grado di monitorare le presenze turistiche, le modalità di fruizione e gli orari nei luoghi più frequentati e conoscere nel dettaglio la provenienza dei turisti e le loro abitudini. Ad esempio individuare nuove modalità di prenotazione dei grandi musei, di certificazione degli operatori, di modulazione delle tariffe in base ai flussi stagionali e alla domanda e, infine, di attrazione dei turisti di ritorno».

  Categorie

L'Autore