Arkus-Partours, ore decisive.
Ceduta la società Travel Partners

Arkus-Partours, ore decisive. <br>Ceduta la società Travel Partners
11 luglio 12:12 2019 Stampa questo articolo

Ore decisive per Arkus Network e la controllata Partours Spa, le cui sorti potrebbero essere collegate anche alle vicende del Palermo Calcio, per cui la neonata società del gruppo Sporting Network attende nelle prossime ore l’esito del ricorso per l’iscrizione al campionato di serie B.

Le notizie, ufficiali e ufficiose, si succedono repentine. Anche sul fronte tour operating. L’ultima riguarda Travel Partners World, la società tecnologica entrata circa un anno fa nella galassia della famiglia Tuttolomondo. La piattaforma ora esce dal Gruppo, cedendo a una cordata di imprenditori l’81% delle quote di Arkus, mentre il 19% resta ancora in mano alla precedente gestione genovese.

A dare la notizia alle agenzie è Claudio Asborno, tuttora direttore commerciale del provider tecnologico: «Adesso Travel Partners World Srl è un’azienda indipendente al 100% e proseguiamo nella nostra strategia di crescita», spiega a L’Agenzia di Viaggi Magazine.

«La nuova compagine è interessata a investire nella piattaforma e ha confermato management e staff. C’è l’intenzione di potenziare il team commerciale dal  1° settembre con 10 agenti plurimandatari che esploreranno anche nuove aeree geografiche dove non siamo presenti, ovvero Toscana, Emilia Romagna, Sicilia e Sardegna», spiega il manager.

Riguardo alla questione del Palermo Calcio e delle possibili ripercussioni sulle altre società del Gruppo, Asborno smentisce da parte sua un qualsiasi collegamento. «Sono cose slegate, la vendita dello scorso 25 giugno dell’81% di quote di Travel Partners non ha nulla a che fare con le dinamiche della branca sportiva di Arkus. È stata fatta una scelta strategica su alcuni asset», afferma.

Ma la cessione di Travel Partners si è accompagnata, nelle ultime settimane, a una serie di altri scossoni che hanno interessato la galassia Arkus: dalla querelle con I Viaggi di Atlantide all’uscita da Best Tours della brand manager Mara Bardellini; dalle dimissioni da Metamondo dell’ex proprietaria Luisa Casarin fino al cambio di casacca di Umberto Solimeno, uscito dal consiglio di amministrazione di Partours per rientrare nel ruolo di consulente per le strategie di espansione turistica del Gruppo, con il compito – dichiarato dall’azienda – di “reindirizzo delle attività delle società operative nel polo turistico”.

Intanto, tra le associazioni di categoria si leva una certa preoccupazione legata soprattutto a Best Tours, sulla cui situazione la distribuzione richiede chiarimenti. Sul fronte incoming, invece, prosegue l’operatività a livello internazionale di Amandatour, la cui Spa nel frattempo è entrata con il 30% (pari a 1 milione e mezzo di euro) nel capitale sociale di Sporting Network, la società di Arkus che ha acquisito il Palermo Calcio.

Roberta Rianna – Gabriele Simmini

L'Autore