Approdi di Enea, crociere dedicate ai luoghi del mito virgiliano

Approdi di Enea, crociere dedicate ai luoghi del mito virgiliano
06 maggio 11:50 2019 Stampa questo articolo

La Costa di Enea con il progetto attivo dal 2015 nella valorizzazione turistica della costa laziale tirrenico-pontina, propone tour sulle tracce del mito di Enea e lancia per l’estate le nuove crociere “Gli Approdi di Enea” in catamarano e in barca a vela dedicate alla rotta dell’eroe virgiliano.

Grazie alla collaborazione tra l’Associazione Promozione del Territorio La Costa di Enea, la Marina Capo d’Anzio e Estland sono nate tre crociere che salpano da Anzio e Nettuno ideali per piccoli gruppi di 6/8 passeggeri.

Si inizia con “Approdi di Enea e le isole navigando in catamarano” di 7 giorni/6 notti con imbarco a Nettuno e sosta a Torre Astura, tratto di mare in cui si trova una fortificazione medievale costruita su una piccola isola collegata alla terraferma da un lungo pontile, San Felice Circeo, Gaeta, primo attracco di Enea nel Lazio e dove morirà Caieta, la nutrice di Enea, dando il nome alla cittadina. Si farà poi tappa a Terracina per visitare il Tempio di Giove Anxur, proseguendo per Ponza con Cala Inferno e le Grotte di Pilato, note anche come Murenaio Romano. La crociera prosegue a Palmarola, isola completamente disabitata; si termina con sosta a Torvajanica presso lo stabilimento “Marine Village” per raggiungere con navetta privata il Museo Lavinium (Pomezia) e l’area archeologica dei 13 altari in pietra e l’Heroon di Enea, la tomba del mitico fondatore della stirpe romana.

Per chi ha meno tempo c’è “Approdi di Enea navigando a vela” di 4 giorni/3 notti con imbarco ad Anzio, tappa a Torre Astura, San Felice Circeo e Gaeta; e infine “Approdi di Enea e le isole, navigando a vela” di 7 giorni/6 notti con imbarco da Anzio, tappa a Torre Asura, San Felice Circeo, Gaeta, Terracina, Ventotene, Ponza, Palmarola e Torvajanica con visita al Museo Lavinium.

La Costa di Enea, che ha il patrocinio dell’Agenzia regionale per il Turismo della Regione Lazio, si pone l’obiettivo di valorizzare il territorio e intercettare il turista dopo la sua sosta a Roma, in modo che possa abbinare la visita ai luoghi limitrofi e potenziare l’incoming nei luoghi legati al mito dell’eroe virgiliano facendo leva su una rete pubblico-privata. Le nuove proposte vanno ad arricchire l’offerta culturale-turistica firmata dall’Apt La Costa Enea come La Via Sacra di Enea, Priverno e l’Abbazia di Fossanova e I territori dell’antica Albalonga.

Oltre ai tour dedicati a storia, archeologia e mare, si possono trovare iniziative mirate al turismo esperienziale ed enogastronomico, arricchite da momenti di storytelling e dedicate al territorio. Non mancano le esperienze legate alle tradizioni e alle danze popolari, per vivere il territorio in tutte le sue espressioni culturali, con esibizioni e laboratori di danze popolari laziali.

Un occhio di riguardo merita l’ospitalità sostenibile: le imbarcazioni e le strutture alberghiere coinvolte saranno trattate con il protocollo Interclean, applicando un metodo di sanificazione degli ambienti che viene effettuato prima dell’arrivo degli ospiti.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore