E anche quest’anno vince il mare Italia

E anche quest’anno vince il mare Italia
02 aprile 15:50 2017 Stampa questo articolo

L’anno scorso è stato (quasi) un plebiscito. Complici le preoccupazioni per la sicurezza internazionale (e il crollo di mete storiche come Mar Rosso e Tunisia), il Mare Italia l’ha fatta da padrone nelle scelte dei vacanzieri italiani, affiancandosi a destinazioni come Baleari, Canarie e Grecia nella top ten delle destinazioni più gettonate. Secondo le stime di Federturismo Confindustria relative all’estate 2016, dei più di 20 milioni di nostri connazionali che sono rimasti in patria, 6 su 10 hanno scelto mare e spiaggia, preferendo tra le altre località come Puglia (con un’ottima performance del Salento), Emilia Romagna, Toscana, Sicilia e Sardegna.

E per i prossimi mesi, cosa ci dobbiamo aspettare? «Già dallo scorso anno abbiamo dato grande evidenza alla programmazione Mare Italia. Abbiamo di fatto raddoppiato le strutture in Sardegna e Sicilia offrendo alle agenzie Gattinoni Mondo di Vacanze diversi prodotti a prezzi particolarmente vantaggiosi per soddisfare le richieste di diversi target di clientela. Le vendite tramite il nostro booking centralizzato stanno arrivando con regolarità già dagli inizi dello scorso mese di febbraio, ma ci attendiamo un flusso di prenotazioni ancora più importante dalla metà del mese prossimo», dice Sabrina Nadaletti, direttore Turismo Gattinoni Mondo di Vacanze.

Ma più in generale, sono tutti i principali tour operator presenti in Bit che credono fermamente nella possibilità che il trend iniziato lo scorso anno prosegua. A cominciare dalla nuova Valtur che, tra i 12 resort del catalogo estivo, punta in modo particolare sulle new entry come il Tanka ‎Village in Sardegna o il Garden Calabria.
Obiettivo mare Italia per Settemari che, dopo l’acquisizione da parte di Uvet, ha iniziato a programmare i tre resort già presenti nel portfolio di Club Viaggi, la società di gestione alberghiera del Gruppo Uvet: il Santo Stefano in Sardegna, il Mursia Resort & Spa di Pantelleria e il Le Picchiaie Resort a Portoferraio.

Che le destinazioni balneari dello Stivale possano davvero ripetere l’exploit del 2016 lo confermano i dati sulle prenotazioni di Bluserena, 7 villaggi mare sparsi tra Abruzzo, Calabria, Puglia, Sardegna e Sicilia. «Ad oggi siamo già a +18% di prenotazioni rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso», dice Silvio Maresca, amministratore del Gruppo, che annuncia importanti novità per l’estate. «Oltre ad aver introdotto la nuova Camera Premium – dice – abbiamo arricchito la ristorazione, aggiungendo due ristoranti inclusi nel prezzo, con tavolo riservato per famiglia e prenotabili in alternativa a quello centrale. Ci sono, poi, la presenza del pediatra e l’assistenza medica h24 in villaggio, con visite gratuite nello studio medico».

Prenotazioni in linea con le previsioni anche per Nicolaus, che ha chiuso l’advance booking a fine febbraio con un + 30%. «Un ottimo andamento che ha riguardato soprattutto le prenotazioni individuali che superano quelle dei gruppi», dice il direttore commerciale Gaetano Stea. «Il target di riferimento resta quello delle famiglie, ma abbiamo ottimi risultati anche da parte di gruppi leisure e terza età, con una crescita delle richieste Mice e tour dmc».

Ampliata la programmazione in tutta la Penisola: in Sardegna entrano il Marina Torre Navarrese, a Tancau sulla costa orientale, e il Corte Bianca, a Cardedu direttamente sul mare; in Sicilia arriva il resort Baja dei Mulini sul lungomare di Trapani; in Puglia il nuovo Nicolaus Club Meditur, in riva al mare, vicino alla riserva naturale marina di Torre Guaceto; in Calabria il Nicolaus Club Salice, a Corigliano Calabro.

«Anche quest’anno continua la tendenza molto buona del 2016», conferma Francesco Boccanera, responsabile marketing e comunicazione di Ota Viaggi. Il t.o. conta circa 70 strutture, per il 90% a 4 stelle in Toscana, nel Sud Italia, e nelle isole, che registrano un buon andamento grazie alle iniziative legate al Prenota Prima. «Il nostro prodotto di punta rimane la Sardegna, sulla quale confermiamo circa 29 strutture commercializzate da anni, con assistenti residenti in loco. Sono previsti pacchetti flessibili nave+soggiorno, offerti anche per  i soggiorni in Sicilia, e che si aggiungono, per entrambe le isole, alla formula soggiorno più volo e transfer». Ma la novità più importante per il 2017 è il Pollina Resort di Cefalù, completamente rinnovato, sulla costa nord-orientale della Sicilia.

La Sardegna è al centro della programmazione anche per Sardinia 360, il cui catalogo comprende 300 strutture sull’isola tra appartamenti residence, hotel, ville, ville di lusso e barche (a cui si aggiungono una trentina di strutture in Corsica). «Le nostre linee guida sono da sempre la specializzazione e i prezzi super competitivi oltre alla suddivisione delle strutture in 4 macro categorie: Active, per i più sportivi; Romantic, ideali per le coppie; Family, con i servizi più completi per famiglie; Dream, per chi ricerca una location esclusiva e un altissimo livello di servizio», racconta Marco Bongiovanni, amministratore delegato di Sardinia 360 e Baja Hotels, che conferma la tendenza in crescita delle prenotazioni rispetto al 2016.

E a proposito di prodotti upscale, è da poco stato pubblicato il nuovo catalogo Mare Italia Premium di Futura Vacanze con 21 proposte alberghiere 4, 5 e 5 stelle lusso in Sardegna, Sicilia, Calabria, Puglia, Veneto, Emilia Romagna, Marche e Toscana. Oltre alla Masseria Muzza & Spa, vicino Otranto, ci sono strutture come il 5 stelle lusso Grand Hotel San Pietro a Taormina, il 5 stelle Colonna Resort a Porto Cervo e il 5 stelle Falkensteiner Hotel a Jesolo.

Due le nuove aperture per Eden Viaggi che per il target famiglia ha finito di trasformare l’Eden Village Li Suari in un villaggio per tutte le età. Agli amanti della Sicilia è invece dedicato il nuovo villaggio Le Dune a Mortelle, sulla costa nord dell’isola, affacciato sul mare.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore