Alpitour introduce lo smart working dal 1° maggio

Alpitour introduce lo smart working dal 1° maggio
29 aprile 12:57 2019 Stampa questo articolo

Il 1° maggio, festa del lavoro, Alpitour Spa introduce ufficialmente lo smart working. Oltre 800 persone, appartenenti a tutte le sedi del Gruppo, avranno la possibilità di lavorare da casa mediamente un giorno a settimana.

È la realizzazione di un progetto a cui l’azienda ha lavorato per un anno, valutando tutte le eventuali criticità per farvi fronte. Nel 2018 è stata effettuata una prima sperimentazione durata 9 mesi che ha coinvolto l’area vendite di Torino, circa 100 persone. In questo caso i collaboratori coinvolti hanno testimoniato il riflesso positivo dello smart working sulla loro vita privata e sui risultati aziendali.

Rilevante l’investimento tecnologico. L’azienda ha dotato ogni collaboratore degli strumenti adeguati per garantire la piena operatività anche da casa.

Il progetto prevede anche un’attività di formazione che, al di là dello smart working, intende promuovere e diffondere una cultura aziendale capace di avvalersi dei nuovi sistemi informativi basati sulla condivisione e collaborazione.

«L’introduzione dello smart working è solo un aspetto di un cambiamento culturale più profondo che l’azienda sta realizzando da anni, ricorrendo a un confronto costante con i propri collaboratori attraverso indagini sul clima aziendale e introducendo un sistema di valutazione delle performance che responsabilizza ciascuno sui propri risultati avendo obiettivi condivisi e misurabili», afferma Christian Catiello, direttore organizzazione di Alpitour.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore