Alpitour, così il binomio It e fattore umano ridisegna il Gruppo

Alpitour, così il binomio It e fattore umano ridisegna il Gruppo
24 Novembre 10:35 2021 Stampa questo articolo

Il Gruppo Alpitour accelera le attività del progetto “inNova” con nuove formule e processi di lavoro che stanno evolvendo l’azienda guidata da Gabriele Burgio. Con un investimento di 20 milioni di euro, il programma è improntato all’innovazione tecnologica e alla semplificazione dei processi.

«Il progetto è un modello di evoluzione generale che vuole consolidare una nuova forma mentis del Gruppo, fondata maggiormente sulle persone e sulla digitalizzazione, la semplificazione, l’interconnessione e l’ottimizzazione delle competenze, un processo costante e continuativo», sottolinea Christian Catiello, managing director organization di Alpitour World.

Uno degli asset è il completo rinnovamento dei sistemi informativi a supporto della produzione e vendita del tour operating. Per Francesco Ciuccarelli, chief information & technology officer, infatti «ad oggi l’avanzamento dei lavori e degli investimenti ha superato il 50%. Sono già stati implementati diversi asset importanti dal punto di vista tecnologico e del business, come ad esempio i nuovi siti web Alpitour.it e Turisanda.it, la nuova App per l’Assistenza – EasyLife». inNOVA, quindi, prepara il terreno per un futuro dei viaggi che nasce dall’integrazione tra It e fattore umano.

«Nel B2B, le piattaforme decentralizzate coopereranno tra di loro e con le reti private, per combinare le risorse disponibili – strutture, trasporti, esperienze e contenuti – in prodotti integrati e servizi sempre nuovi, in base al contesto socio-economico o alla situazione del cliente», conclude Catiello.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore