Alitalia, obiettivo incoming con Stopover Roma

Alitalia, obiettivo incoming con Stopover Roma
05 Febbraio 15:26 2018 Stampa questo articolo

Alitalia rilancia su Roma Fiumicino non solo come hub ma anche come base per un progetto che promuove il turismo nella Capitale.
Stopover Roma, presentato al Leonardo Da Vinci con i partner Federalberghi Roma, Unindustria, Aeroporti di Roma e il patrocinio del Comune di Roma – promuove il pernottamento nella capitale di passeggeri internazionali che fanno scalo all’aeroporto di Fiumicino e proseguono verso altre destinazioni fuori dall’Italia.

I passeggeri internazionali che faranno scalo a Roma, dunque, avranno la possibilità di «visitare il patrimonio culturale, storico e artistico di una delle città più belle del mondo – come afferma Fabio Maria Lazzerini, chief commercial officier di Alitalia – I visitatori potranno godere di tariffe agevolate anche per la permanenza in hotel (per un numero massimo di tre notti), lasciando i bagagli spesso molto ingombranti comodamente presso il deposito dell’aeroporto di Fiumicino in modo del tutto gratuito».

L’obiettivo, quindi, è incrementare il flusso turistico su Roma anche da parte di quei passeggeri che altrimenti sarebbero impossibilitati dal muoversi dall’hub, con numeri che giocheranno a favore del vettore e della città. Le stime del progetto prevedono una platea di 500mila passeggeri che può arrivare fino a 1,8 milioni quando l’iniziativa si troverà a pieno regime per tutto il 2018.

«Lo Stopover Roma – ha continuato Lazzerini – è un progetto che s’inserisce nella nostra visione strategica dell’accoglienza, basata sulla promozione di un turismo responsabile e di qualità».

«Con i suoi 14 milioni e mezzo di turisti, Roma è tra le città più visitate al mondo. Stopover Roma è un’iniziativa che s’inserisce pienamente nella nostra visione strategica dell’accoglienza, basata sulla promozione di un turismo responsabile e di qualità. La messa a sistema di tutte le risorse, dai voli di lungo raggio alla disponibilità delle nostre strutture ricettive, favorisce sinergie che impattano in maniera positiva e concreta sull’indotto di settore», ha affermato durante l’evento di presentazione Adriano Meloni, assessore allo Sviluppo economico, turismo e lavoro del Comune di Roma.

«Creare sinergie con la principale compagnia aerea italiana è fondamentale per la crescita del sistema turistico ricettivo della città – ha continuato Gianluca De Gaetano, vicedirettore generale di Federalberghi Roma e Lazio – e Stopover Roma rappresenta un modo intelligente per favorire l’incremento del numero di visitatori».

Sulla stessa linea d’onda anche Raffaele Pasquini, responsabile marketing e sviluppo prodotto di Aeroporti di Roma, che inoltre dichiara: «Il progetto serve per valorizzare l’offerta turistica di Roma, promuovendo una permanenza più lunga attraverso il prodotto Stopover».

Lo Stopover Roma può essere richiesto al momento dell’acquisto del biglietto aereo nelle agenzie di viaggi, attraverso i call center Alitalia nel mondo oppure sul nuovo portale della Compagnia che a breve sarà online.

L'Autore