Alitalia, Delta e il solito investimento da 100 milioni

Alitalia, Delta e il solito investimento da 100 milioni
17 Gennaio 12:48 2020 Stampa questo articolo

Cambiano i commissari, ma non l’interesse di Delta Air Lines per Alitalia. Lo ribadisce una volta di più Il Sole 24 Ore che racconta di una missiva proveniente da Atlanta e indirizzata alla Commissione trasporti della Camera, in cui il vettore a stelle e strisce si dichiara «pronto a investire fino a 100 milioni di euro per una quota del 10% del capitale di Alitalia, se le condizioni richieste per la nostra partecipazione possono essere assicurate».

A firmare la lettera è Perry Cantarutti, responsabile alleanze del vettore, che racconta come Delta abbia avuto da oltre un anno colloqui con «varie entità italiane» sul rilancio di Alitalia, e che il piano industriale proposto  sia «la miglior opportunità per il rilancio di successo di Alitalia come una compagnia indipendente, a proprietà italiana».

Come si ricorderà, il piano a cui fa riferimento il manager americano è quello predisposto in collaborazione con Fs, che inizialmente prevedeva «una flotta iniziale di circa 100 aerei, un’estensione della joint venture Nord Atlantica di successo e immaginava una profittabilità nel terzo anno. Il nostro piano richiede inoltre che Alitalia sia patrimonializzata con un miliardo di capitale dai nuovi proprietari, per finanziare in maniera adeguata il rilancio della compagnia ed essere pronta ad affrontare imprevisti».

Pur non avendo cambiato la sua posizione, per la compagnia statunitense «non è stato possibile finora raggiungere un accordo tra i membri del consorzio su elementi fondamentali del piano industriale». Ma per il futuro, viene ribadita da parte di Delta Air Lines la disponibilità a partecipare«a una soluzione fattibile per il rilancio della compagnia».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli