Alitalia, crescono i ricavi in attesa di Lufthansa

Alitalia, crescono i ricavi in attesa di Lufthansa
06 novembre 09:37 2019 Stampa questo articolo

Crescono i ricavi relativi alla biglietteria internazionale di Alitalia, ora al +7,5%. In una nota, la compagnia aerea in amministrazione straordinaria da maggio 2017, dichiara come al 31 ottobre scorso (+0,7% dei ricavi rispetto allo stesso periodo del 2018) a disposizione del vettore, in cassa, c’erano cinque milioni in più rispetto a settembre, con la liquidità attestata quindi a 315 milioni di euro contro i 310 del mese precedente.

I numeri vengono snocciolati alla vigilia del consiglio di amministrazione di Lufthansaprevisto per giovedì 7 novembre — con il vettore tedesco, si legge sul Corriere della Sera, potrebbe sciogliere la riserva e impegnarsi ufficialmente a entrare nell’azionariato della nuova Alitalia, insieme a Ferrovie dello Stato e Atlantia.

Nel comunicato dell’ex compagnia di bandiera, poi, viene precisato che a ottobre sono stati trasportati 1.827.567 passeggeri, “con un load factor pari all’80,4%, in aumento di 1,5 punti percentuali”.

I 315 milioni di liquidità, spiega il quotidiano economico nazionale, sono il risultato da un lato dei 900 milioni di euro di prestito erogato in due tranche un paio d’anni fa; dall’altro degli anticipi dalla vendita dei biglietti per i voli delle prossime settimane. Secondo le previsioni si dovrebbe trattare di qualcosa come quattro milioni di ticket, a cui vanno aggiunti i 102 milioni di euro di deposito in Iata.

Inoltre, arriveranno ulteriori 400 milioni di euro di prestito per consentire ad Alitalia di superare l’inverno, in attesa che nasca il consorzio che dovrebbe rilanciarla, con la scadenza per inviare l’offerta vincolante ai commissari straordinari (Daniele Discepolo, Enrico Laghi e Stefano Paleari) e al Mise fissata al 21 novembre e il “duello” per occupare la posizione di partner industriale tra Delta Air Lines, che offrirebbe 100 milioni di euro per il 10% della newco, e Lufthansa, che metterebbe invece 150 milioni per siglare una partnership commerciale.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore