Alitalia, cassa integrazione per 1.358 dipendenti

Alitalia, cassa integrazione per 1.358 dipendenti
25 Maggio 13:18 2017 Stampa questo articolo

Alitalia ha aperto le procedure per la cassa integrazione straordinaria a rotazione per circa 1300 dipendenti, come già ipotizzato nei giorni scorsi dai tre commissari Stefano Laghi, Luigi Gubitosi e Enrico Paleari, e intanto i sindacati scioperano il prossimo 28 maggio.

La compagnia aerea ha inviato alle organizzazioni sindacali, alle associazioni professionali e ai ministeri dello Sviluppo economico, del Lavoro e delle Infrastrutture e dei trasporti una lettera per l’apertura della procedura di cassa integrazione straordinaria (CIGS).

“Nella fase attuale – specifica la nota della compagnia aerea – per il personale di terra la Cigs avrà un impatto pari al costo di 828 unità. Per quanto riguarda il personale navigante, invece, la cassa integrazione sostituirà il regime di solidarietà precedentemente in vigore e nella fase attuale avrà un impatto pari al costo dello stesso numero di piloti e assistenti di volo: fino a 190 piloti e 340 assistenti di volo”.

La misura di cassa integrazione straordinaria fa parte del pacchetto di misure che Alitalia sta adottando con il fine di ridurre tutte le voci di costo, rendendo l’azienda più sostenibile dal punto di vista economico in attesa della vendita del vettore. La prima data da segnare sul calendario è quella del 5 giugno 2017, giorno in cui si chiude il bando per le manifestazioni d’interesse per i soggetti che intendono acquisire in toto o in parte l’ex compagnia di bandiera.

Nei prossimi giorni, intanto, sono previste le consultazioni tra i commissari e i sindacati allo scopo di illustrare e discutere le modalità applicative della Cigs. Intanto Alitalia comunica che, in vista degli scioperi previsti per la giornata del 28 maggio 2017,  ha attivato un piano straordinario per riproteggere sui primi voli disponibili il maggior numero di passeggeri coinvolti dalle cancellazioni.
Lo sciopero indetto dai controllori di volo Enav  è previsto dalle ore 13.00 alle ore 17.00, mentre Cub Trasporti, Usb, Confael e Assovolo hanno proclamato un’astensione dal lavoro del personale Alitalia dalle ore 10.00 alle ore 18.00 dello stesso giorno.

La compagnia ha annunciato di aver già ricollocato l’80% dei passeggeri su voli alternativi e sul sito del vettore è disponibile la lista completa dei voli cancellati, unitamente alle informazioni dettagliate sulle modalità di riprotezione che prevedono il rimborso del biglietto o la possibilità di cambiare il proprio volo senza alcuna penale fino al 9 giugno.

“Per limitare il più possibile i disagi, Alitalia invita tutti i viaggiatori in possesso di un biglietto per volare il 28 maggio, a verificare lo stato del proprio volo prima di recarsi in aeroporto, chiamando il numero verde 800.650055 (dall’Italia) o il numero +39.06.65649 (dall’estero), oppure contattando l’agenzia di viaggi presso cui hanno acquistato il biglietto”.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore