Al via Fitur 2021, prima fiera del travel in presenza

Al via Fitur 2021, prima fiera del travel in presenza
18 Maggio 14:14 2021 Stampa questo articolo

È la grande scommessa spagnola dell’anno su cui ha investito il governo centrale, la città di Madrid e Ifema – l’ente organizzatore della fiera internazionale – e i player turistici del Paese: prende il via Fitur 2021, la prima esposizione europea in presenza del 2021. Dal 19 al 23 maggio, infatti, Madrid vedrà riunirsi più di 5mila espositori dai cinque continenti, tutte le comunità autonome spagnole, aziende e destinazioni da oltre 55 Paesi e 37 rappresentanze ufficiali di nazioni.Le previsioni di Ifema, infine, parlano di circa 50mila partecipanti trade da tutto il mondo nella tre giorni dedicata.,

Un format che fino al 21 maggio infatti prevede l’intero calendario dedicato al B2B, mentre negli ultimi giorni la fiera sarà aperta ai visitatori non professionali e ai turisti. Una grande scommessa, quinid, per la ripartenza del settore in Spagna come in tutto il mondo che vede Fitur 2021 – di cui L’Agenzia di Viaggi Magazine è media partner ufficiale – applicare protocolli di sicurezza all’avanguardia e la possibilità, allo stesso modo, di seguire l’intera agenda anche attraverso una piataforma digitale, Fitur Live Connect.

Come ogni anno, poi, sarà la casa reale di Spagna a inaugurare la fiera alle ore 10 di mercoledì 19 maggio, mentre il ministro del turismo spagnolo, Reyes Maroto, taglierà il nastro di Fiturtechy, la sezione speciale dedicata alle innovazioni tecnologiche e digitali per il travel che si tiene all’interno del Padiglione 10, stand B03.

Fitur sarà la prima grande esperienza in Spagna di mobilità internazionale sicura. A questo proposito, oltre all’obbligo di presentare un test negativo al Covid-19 per i partecipanti, Ifema ha elaborato un protocollo che riunisce tutte le misure necessarie per regolare i flussi e la mobilità; istituire i controlli di occupazione dei padiglioni e dei luoghi comuni, le distanze di sicurezza, l’eliminazione del contatto diretto mediante il registro digitale e l’inserimento delle ultime tecnologie per la sicurezza sanitaria e il rinnovo dell’aria all’interno dei padiglioni.

Tra le novità di quest’anno ci sarà la sezione Travel Technology, che si unisce, assieme alle proposte di prodotti e servizi dei fornitori di tecnologia, ai contenuti riguardanti l’innovazione e la trasformazione digitale delle sezioni FiturTechy e Fitur Now How & Export; Fitur Woman, un punto di incontro per la sensibilizzazione, il dibattito e il dialogo che contribuirà a promuovere il ruolo della donna in questo settore chiave di leadership e di sostenibilità; e Fitur Lingua, che farà emergere le opportunità del turismo linguistico in collaborazione con Fedele, la Federazione Spagnola delle Scuole di Spagnolo per Stranieri.

Quest’anno non mancheranno le sezioni specialistiche delle precedenti edizioni, tra cui Fitur Mice, Fitur Lgbt+, Fitur Screen, Fitur Talent e Fitur Festivals & Eevents, estesa in questa occasione a tutti i tipi di eventi culturali, oltre al nuovo spazio B2B Ceav, per riunioni di affari tra agenti di viaggi e fornitori turistici. Inoltre, la sostenibilità sarà il filo conduttore di molte delle proposte di Fitur e dell’Osservatorio Fitur Next.

È assciruata, infine, la presenza dei più importanti espositori latinoamericani con i loro stand: dal Messico alla Repubblica Dominicana, dalla Costa Rica all’Argentina fino a Cuba e Perù. Anche la compagnia aerea Iberia ha confermato la sua presenza con uno stand di circa 600 metri quadrati composti da una struttura fatta interamente in carta riciclata.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore

Guarda altri articoli