AirHelp incorona il Qatar re dei servizi ai passeggeri

09 maggio 11:44 2019 Stampa questo articolo

È tempo di AirHelp Score 2019: la classifica delle compagnie aeree e degli aeroporti stilata – basandosi soprattutto sul suo database – da AirHelp, società che supporta i passeggeri in caso di ritardo o cancellazione dei voli.

La medaglia d’oro, per il secondo anno consecutivo, va a Qatar Airways, che con un punteggio totale di 8.23 si aggiudica il primo posto grazie alla capacità nella gestione dei reclami e alla sua puntualità.

Sul podio, poi, troviamo anche American Airlines, seguita dalla messicana Aeromexico con un punteggio che differisce di poco: se il vettore Usa vanta 8.07 punti, quello messicano ne ha collezionati 8.07. Quarto e quinto posto per Scandinavian Airlines e Qantas.

In fondo alla classifica, invece, si posizionano molte delle compagnie low cost più famose: Ryanair e easyJet, ad esempio, si aggiudicano rispettivamente il 68° e il 71° posto, con un rating molto basso sia per la qualità del servizio offerto ai passeggeri, sia per la puntualità dei voli.

Tra i vettori italiani, Air Dolomiti si è piazzato al 50° posto, con un punteggio della qualità del servizio di 7.7, della puntualità dei voli di 7.3 e della gestione dei reclami che sfiora appena il 4.9. Fuori dalla graduatoria invece Alitalia e Air Italy, dal momento che non tutti i criteri erano disponibili per una valutazione completa.

«L’AirHelp Score 2019 dimostra, ancora una volta, che le compagnie aeree in grado di soddisfare i propri passeggeri sono capaci di garantire una puntualità costante nel corso dell’anno – afferma Henrik Zillmer, ceo di AirHelp – Oggi i passeggeri aerei sono sempre più informati circa i loro diritti e sono in grado di scegliere più consapevolmente tra una vasta offerta di società. Questo significa che anche quei vettori che hanno un basso punteggio in termini di puntualità possono fidelizzare il cliente offrendogli un servizio di assistenza post volo attento alle loro esigenze».

Passando agli aeroporti, invece, tra i 132 scali analizzati ad aggiudicarsi il primo posto è l’aeroporto internazionale di Hamad, a Doha in Qatar, seguito da quello di Tokio Haneda e Atene che completano il podio. In coda ci sono Eindhoven, Kuwait eLisbona Portela.

«Roma Fiumicino e Milano Malpensa sono al 93° e 95° posto della classifica di quest’anno. È chiaro che in Italia sia necessario intervenire con miglioramenti significativi – commenta Roberta Fichera, portavoce di AirHelp Italia – I frequenti scioperi del personale aereo e il crescente fenomeno dell’overtourism non fanno che causare disagi agli aeroporti d’Italia e di tutto il mondo: oggi, più che mai, è fondamentale che i viaggiatori facciano valere i propri diritti e che gli aeroporti adeguino i loro servizi alla crescente domanda».

L'Autore