Airbus punta sulla mobilità urbana con il mini-aereo elettrico

Airbus punta sulla mobilità urbana con il mini-aereo elettrico
22 Settembre 10:56 2021 Stampa questo articolo

Mobilità aerea urbana sostenibile, green e sicura. Airbus ha presentato durante il suo summit annuale “Pioneering Sustainable Aerospace” il progetto di un nuovo CityAirbus, un veicolo totalmente elettrico che può trasportare fino a 4 passeggeri in un volo a zero emissioni.  Il mini-aereo presentato dal colosso franco-tedesco è dotato di ali fisse, una coda a V e otto eliche alimentate elettricamente.

Il CityAirbus è stato sviluppato per volare con un’autonomia di 80 km e per raggiungere una velocità di crociera di 120 km all’ora: un veicolo adatto, quindi, a operare nelle grandi città e per connessioni brevi e che darà una spinta anche al mercato del business travel.

«Stiamo cercando di co-creare un mercato completamente nuovo che integri in modo sostenibile la mobilità aerea urbana nelle città, affrontando al contempo le preoccupazioni ambientali e sociali –  ha detto durante l’evento Bruno Even, ceo di Airbus Helicopters  – Siamo convinti che le vere sfide riguardano sia l’integrazione urbana, l’accettazione pubblica e la gestione automatizzata del traffico aereo, sia la tecnologia dei veicoli e i modelli di business».

Il CityAirbus NextGen soddisfa i più alti standard di certificazione  europei e opera come dispositivo di decollo e di atterraggio in forma verticale elettrico (eVtol). Il primo volo del prototipo è previsto per il 2023. «Abbiamo imparato molto dalle campagne di test con i nostri due dimostratori, CityAirbus e Vahana – ha detto Even – Il CityAirbus NextGen combina il meglio di entrambi i mondi, con la nuova architettura che trova il giusto equilibrio tra hover e volo in avanti. Il prototipo sta preparando la strada per la certificazione prevista intorno al 2025».

Durante il convegno internazionale, inoltre, Airbus, Air France e Dsna (fornitore francese di servizi di navigazione aerea) hanno comunicato l’inizio dei lavori per lo sviluppo di “voli più efficienti dal punto di vista energetico” operando un primo loro volo dimostrativo inaugurale da Parigi a Tolosa Blagnac proprio durante il primo giorno dell’Airbus Summit.

Il nuovo aeromobile (non è stato svelato né il modello né il nome, ndr) ha volato su una traiettoria ottimizzata, segnando il primo di una serie di prove previste nel corso del 2021 e 2022 nel quadro del progetto “Albatross’ Single European Sky Atm Research Joint Undertaking”. Lanciato nel febbraio 2021, Albatross è un’iniziativa su larga scala dei principali gruppi e stakeholder europei dell’aviazione (tra questi Eurocontrol, Lufthansa, Schiphol, Swiss, Thales Avs France e Wizz Air Uk).

Albatross ha l’obiettivo di dimostrare, attraverso una serie di voli dimostrativi dal vivo gate-to-gate in tutta Europa, la fattibilità di implementare a breve termine i voli più efficienti dal punto di vista energetico. Tra le soluzioni ipotizzate si sono nuove procedure di avvicinamento di precisione alla salita e discesa continua, una gestione più dinamica dei vincoli necessari dello spazio aereo, il rullaggio sostenibile e l’uso del carburante sostenibile per l’aviazione (Saf)

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore. Specializzato in trasporto aereo, network di agenzie di viaggi, tecnologia, estero, economia e fiere internazionali.

Guarda altri articoli