Airbnb annuncia l’ingresso in Borsa nel 2020

Airbnb annuncia l’ingresso in Borsa nel 2020
20 settembre 11:20 2019 Stampa questo articolo

Da un appartamento a San Francisco a Wall Street: tutto in soli 11 anni. La parabola ascendente di Airbnb avrà il suo culmine nel 2020, quando la piattaforma di home sharing approderà ufficialmente alla Borsa di New York come annunciato dai vertici negli scorsi giorni. Una decisione che era già nell’aria da tempo e che si è rafforzato nel corso dell’ultimo periodo con Airbnb che ha continuato a macinare record in tutto il mondo.

Il colosso dell’ospitalità alternativa fondato nel 2008 – e valutato oltre 31 miliardi di dollari – ha annunciato le sue intenzioni attraverso un comunicato e non sembra essere stato scoraggiato dalle operazioni di Borsa effettuate da altre società della sharing e gig economy negli Usa che, al momento, non stanno riportando risultati soddisfacenti (Uber e Lyft su tutte, ndr).

Secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore, inoltre, non è ancora chiaro se la società abbia già depositato la documentazione necessaria all’operazione. In ogni caso Airbnb – che solo nel secondo trimestre del 2019 ha registrato ricavi  per oltre un miliardo di dollari – starebbe orientando verso la formula del “direct-listing, senza l’emissione di nuovi titoli e tagliando fuori il ruolo delle banche sottoscrittrici e le loro commissioni”, prosegue il quotidiano economico.

Solo due giorni fa la società ha nominato il nuovo country manager per l’Italia, Giacomo Trovato. Mentre è notizia di poche ore fa che sarà la Corte di Giustizia dell’Ue a esaminare la spinosa querelle fiscale originata dalla vertenza promossa da Airbnb, che continua a rifiutarsi di applicare la cosiddetta cedolare secca e di comunicare i dati all’Agenzia delle Entrate.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore