Air Italy sfida Alitalia su Olbia: «Rotte in continuità anche senza compensazione»

Air Italy sfida Alitalia su Olbia: «Rotte in continuità anche senza compensazione»
12 Marzo 14:45 2019 Stampa questo articolo

Air Italy opererà le due rotte da Olbia per Roma Fiumicino e Milano Linate senza la compensazione finanziaria prevista dal bando per la continuità territoriale. Ad annunciarlo è stata la stessa compagnia aerea che ha deciso di “presentare ufficialmente l’accettazione degli oneri di servizio pubblico per volare sulle due rotte da Olbia, senza compensazione” accogliendo così la richiesta pervenuta da più parti – istituzioni, Regione e rappresentati dei lavoratori – che nelle scorse settimane avevano chiesto di non lasciare la Sardegna.

Air Italy aveva perso la gara, in favore di Alitalia, per tutte le rotte in continuità territoriale per le quali era prevista la compensazione economica. Tuttavia, dalla pubblicazione del bando la compagnia aveva sei mesi di tempo per presentare l’accettazione degli oneri di servizio senza alcuna compensazione. Il termine ultimo sarebbe scaduto il prossimo 8 aprile, ma Air Italy ha già deciso di tornare in corsa con i voli da Olbia, sede ufficiale del vettore. Ora si dovrà ratificare l’offerta ed è quasi certo, secondo quanto riporta l’Ansa, che le rotte da Olbia verranno tolte ad Alitalia e assegnate ad Air Italy.

Fonti interne ad Alitalia, però, fanno sapere di non aver ricevuto ancora nessuna comunicazione ufficiale da parte della Regione Sardegna e che, in ogni caso, l’ex compagnia di bandiera ha come obiettivo quello di continuare a offrire il servizio. Quindi, per Alitalia, restano aperte le vendite sulle rotte da Olbia e anche i prossimi operativi già progettati.

COSA CAMBIA IN SARDEGNA. Fino a pochi giorni fa la compagnia ex Meridiana aveva lasciato senza operativi i giorni tra il 31 marzo e il 17 aprile (data di avvio della nuova convenzione) e la Regione Sardegna aveva attivato la procedura di emergenza per garantire la continuità territoriale da Olbia, rimasta scoperta dopo il rifiuto di Air Italy di coprire quei voli.

In questo lasso di tempo, Alitalia aveva accettato di coprire in regime di proroga i voli da Olbia a Roma Fiuminicino e Milano Linate dal 1° al 16 aprile. Ora, però, lo scenario cambia di nuovo: Alitalia opererà sicuramente per il prossimo triennio le rotte su Cagliari e Alghero in regime di continuità territoriale con compensazione.

Per quanto riguarda Olbia, invece, Air Italy opererà i collegamenti verso Roma e Milano per i prossimi 12 mesi  garantendo il futuro dei 51 lavoratori basati in Gallura. La Regione Sardegna, però, dovrà suddividere tutte le frequenze su queste tratte con le compagnie aeree che ne faranno richiesta; presumibilmente solo Alitalia, ma potrebbero spuntare anche altri player.

«Finalmente un’azione e un atto concreto di Air Italy che decide di non perdere le rotte in continuità territoriale da e per Olbia – così commenta sempre all’Ansa il segretario della Filt Cgil Sardegna, Arnaldo Boeddu – Una decisione saggia per i lavoratori per i sardi e per la stessa azienda. Adesso attendiamo un piano industriale organico che tocchi tutti i settori nessuno escluso: dall’arrivo dei nuovi aeromobili all’apertura della base a Cagliari per consentire il rientro nell’isola del personale trasferito, dalla strategia sulla manutenzione degli velivoli per conoscere le reali intenzioni su sul futuro dei nostri tecnici aeronautici alla soluzione per i 51 dipendenti trasferiti a Milano Malpensa».

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore