Air Europa, Scaffidi: «Vogliamo volare in Sicilia»

Air Europa, Scaffidi: «Vogliamo volare in Sicilia»
10 luglio 14:59 2019 Stampa questo articolo

Obiettivo sud Italia, Sicilia in particolare, per Air Europa. Messo in archivio il primo semestre del 2019 con un +5% rispetto al budget previsto (e con un +7-10% in termini di load factor per i prossimi mesi), la compagnia aerea spagnola guarda già alle prossime espansioni su un mercato, quello italiano, che ha appena visto l’apertura di una meta come Alghero (per adesso stagionale, ndr).

«Personalmente mi piacerebbe molto aprire Catania, l’aeroporto è in grande espansione e la Sicilia rappresenta una metà dei sogni per tanti latinoamericani», racconta il country manager del vettore di proprietà del Gruppo Globalia, Renato Scaffidi.

In attesa di vedere cosa accadrà, Air Europa si concentra sulle recenti new entry sul lungo raggio, dove negli scorsi mesi la nuova rotta su Medellin si è aggiunta a quella già operativa su Bogotà. Importante anche l’apertura della rotta su Panama, aeroporto dal quale grazie alla partnership con Copa, è possibile raggiungere Costa Rica, Nicaragua, El Salvador e Guatemala. Ad agosto, inoltre, prenderà il via anche la nuova tratta per Iguazù.

Intanto, in autunno la flotta vedrà l’arrivo di tre nuovi Dreamliner nella versione 900, con la configurazione della business 1-2-1, «molto più comodi perché ognuno avrà la propria uscita indipendente», sottolinea il manager. Nel 2021, infatti, l’obiettivo è di arrivare ad avere 27 Dreamliner e «quasi non avere più Airbus». Tutto in attesa di capire quale sarà la sorte dei 737 Max, un tipo di aeromobile che «avevamo ordinato e che sarebbe già dovuto entrare in servizio lo scorso aprile», ricorda Scaffidi.

Sul fronte delle alleanze, Air Europa si conferma al di fuori di tutte le voci di consolidamento che stanno interessando il mercato europeo, anche perchè prosegue l’avvicinamento tra il vettore del Gruppo Globalia e Air France-Klm per la firma della joint venure che riguarderà i collegamenti tra Europa e Sud America in modo del tutto simile alle partnership già esistenti sul nordatlantico.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Giorgio Maggi
Giorgio Maggi

Guarda altri articoli