Air China, da giugno il no stop Fiumicino-Hangzhou

10 maggio 11:54 2019 Stampa questo articolo

Air China festeggia i suoi 33 anni di collegamenti aerei da Roma verso la Cina e presenta il nuovo volo diretto – operativo dal 12 giugno – che collegherà ogni mercoledì, venerdì e domenica Fiumicino a Hangzhou.

Una strategia di consolidamento, come l’ha definita il general manager del vettore per l’Italia Ma Nan, nel corso di un evento nella Capitale, alla presenza dei vertici di Aeroporti di Roma, dell’assessore allo Sviluppo economico e Turismo del Comune di Roma Carlo Cafarotti, del ministro consigliere, incaricato d’affari ad interim dell’ambasciata della Repubblica Cinese in Italia Zheng Xuan, oltre che tour operator e giornalisti.

«Quello italiano, per noi, è ormai il principale mercato europeo sul quale impieghiamo aerei a grande capacità come i Boeing 787 e 777 per i voli da Fiumicino e gli Airbus A350 per i collegamenti da Milano. Con questo nuovo volo diretto, Air China potenzia la sua offerta con 24 voli settimanali dall’Italia per un totale di 8000 posti».

Anche per AdR, come ha spiegato Fausto Palombelli, chief commercial officer della società di gestione dello scalo romano, «la presenza operativa di Air China, nostro partner da 33 anni, ha permesso il successo crescente delle rotte Italia-Cina. Basti pensare che dai 280mila passeggeri che si registravano su queste tratte nel 2014 si è arrivati a circa 800mila passeggeri dello scorso anno e per il 2019 prevediamo di toccare i 900mila. Saremo poi presenti alla prossima Itb a Shanghai, nello stand Enit, per sugellare una partnership operativa strategica per un ulteriore sviluppo del traffico aereo da e per la Cina».

Mita Carmelita Pippa, responsabile marketing di Air China, ha aggiunto: «Il lancio di Hangzhou potrà tradursi in ulteriori opportunità turistiche per entrambi i Paesi, riunendo la ‘capitale della seta’ con la ‘città eterna’ che già all’epoca dell’impero romano vantava traffici commerciali con questa città cinese, grande produttrice di pregiati tessuti».

Altra particolarità di questo nuovo operativo è l’ottimizzazione degli spostamenti, grazie all’openjaw con Pechino, e gli orari del volo che permettono di risparmiare sui tempi, un valore aggiunto significativo soprattutto per i viaggi d’affari.

L'Autore

Andrea Lovelock
Andrea Lovelock

Guarda altri articoli