Air China, arriva il B777-300 sulla storica rotta Roma-Pechino

30 marzo 11:57 2018 Stampa questo articolo

Air China e Aeroporti di Roma hanno festeggiato l’arrivo a Fiumicino del volo da Pechino con il nuovo Boeing 777-300ER, che verrà impiegato per i collegamenti giornalieri tra le due capitali.

Rispetto al B787-9 che era stato introdotto su questa storica rotta nel 2016, in occasione dei trent’anni di presenza sul mercato italiano di Air China, «il nuovo aeromobile, che appartiene all’ultima generazione di aerei», come ha sottolineato il general manager della compagnia, Ma Nan, dispone di una cabina che grazie al nuovo design offre maggiore spazio e disponibilità di posti, con sedili con inclinazione dai 118° dell’Economy al full flat della Business, più spazio per il bagaglio a mano e illuminazione indiretta, per un’esperienza di viaggio più piacevole e rilassante.

Inoltre a bordo viene riservata grande attenzione ai passeggeri italiani, a cominciare dall’enogastronomia, con una selezione di piatti della tradizione regionale curata da Lsg SkyChef, ai film in lingua italiana (grazie ai monitor di cui è dotato ogni sedile), all’assistenza del personale di bordo, che ora comprende anche italiani.

«L’aumento di capacità introdotto con il nuovo aeromobile conferma la dinamicità del mercato cinese, che nel 2017 ha visto sullo scalo di Fiumicino un incremento complessivo di oltre il 10% di passeggeri trasportati sui voli diretti da/per la Cina», ha dichiarato Federico Scriboni, head of airline traffic development di Aeroporti di Roma, che ha ricordato i livelli di eccellenza raggiunti dal Leonardo da Vinci, confermati recentemente da Sky Trax e Aci Europe, che hanno premiato l’aeroporto romano come numero Uno al mondo per il miglioramento dei servizi aeroportuali e al primo posto assoluto in Europa per soddisfazione dei passeggeri.

A Fiumicino, tra l’altro, i titolari delle Phoenix Miles Silver e Gold, le carta di fedeltà di Air China, che fa parte di Star Alliance, possono usufruire per quanto riguarda le operazioni di rimborso dell’Iva  dei servizi del Refund Office Global Blue, che offre un’assistenza veloce e privilegiata, anche in lingua cinese (la Global Blue tra l’altro offre anche una lounge dedicata in centro città, a piazza di Spagna).

Infine, con l’iniziativa Beyond China via Pek, c’è ora la possibilità, per chi utilizzi l’ampia rete di collegamenti offerti da Air China da Roma e Milano per l’Estremo Oriente, il Sud Est Asiatico e l’Oceania, di usufruire di uno stop over a Pechino di 144 ore (6 giorni) senza visto: basterà recarsi al desk dedicato Free Visa Transit dell’aeroporto di Pechino-Beijing International per ottenere il relativo timbro.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Cristina Melis
Cristina Melis

Guarda altri articoli