Aigle Azur verso il fallimento

Aigle Azur verso il fallimento
03 settembre 11:24 2019 Stampa questo articolo

Brusco risveglio dalle vacanze per la seconda compagnia francese, Aigle Azur, che ha presentato istanza di fallimento e amministrazione straordinaria. In questo modo, la compagnia aerea fondata nel 1946 continuerà a volare per i prossimi due mesi, in attesa di un nuovo acquirente che garantisca la continuità del servizio. Nel caso contrario, il vettore cesserà i suoi servizi. Nel frattempo, però, la richiesta di istanza di fallimento permetterà di congelare le richieste dei creditori.

Le offerte per rivelare la  compagnia devono essere presentate entro il 15 settembre e tra i principali player interessati ci sarebbero Air France e la holding Iag.

Il quotidiano transalpino Le Monde, infatti, riporta le parole di Martin Surzur, presidente della divisione Aigle Azur del sindacato nazionale dei piloti di linea (Snpl): «Air France è interessata agli slot su Parigi Orly che integrerebbero il piano della sua filiale low cost Transavia. Anche Iag, tramite Vueling sarebbe interessata agli stessi slot, ma non al personale». In ballo, infatti, ci sono oltre 1.100 posti di lavoro.

Solo pochi giorni fa, infatti, una lotta intestina tra gli azionisti aveva portato Gérard Houa a diventare nuovo presidente con il 19% delle quote, dopo aver messo in dubbio la precedente gestione di Frantz Yvelin. Houa aveva affidato al ceo Philippe Bohn, ex responsabile del mercato africano per Airbus ed ex direttore generale di Air Senegal, il compito di salvare la compagnia aerea. Nel giro di un paio di giorni, però, Yvelin aveva ribaltato di nuovo il tavolo riprendendo il controllo della compagnia e annunciando il 2 settembre l’istanza di fallimento.

Con 1,88 milioni di passeggeri trasportati nel 2018, Aigle Azur impiega 1.200 persone ed è la seconda compagnia francese dietro Air France, nonostante sette anni consecutivi di bilancio in rosso. Le sue quote azionarie sono divise tra il gruppo cinese Hna (49%), l’imprenditore David Neeleman (32%) – proprietario anche di WestJet, JetBlue Airways, Azul e di una quota in Tap Air Portugal – e la compagnia Lu Azur (19%),  che fa riferimento a Gérard Houa.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore e giornalista de L'Agenzia di Viaggi Magazine.

Guarda altri articoli