Aiden e Sadie, arrivano gli hotel ibridi di Best Western

by Mariangela Traficante | 5 Agosto 2019 8:43

«Pensati per una clientela connessa e contemporanea, ideali anche per gli hotel in cerca di conversione». Così Giovanna Manzi, ceo Best Western Italia, sintetizza il carattere di Aiden e Sadie,  i due nuovi brand boutique che fanno il loro ingresso nel portfolio del gruppo internazionale. Gli investimenti di gruppi e catene si basano ormai su un’innovazione dei concept alberghieri che spesso viaggia verso una clientela giovane e dinamica, si sposa col design, spazi urbani che incoraggiano la socialità, hall che somigliano a un coworking.

Ecco dunque i due nuovi segmenti di casa Best Western, che presto potrebbero sbarcare anche in Italia. Upscale e upper midscale sono le fasce di riferimento rispettivamente di Sadie e di Aiden Hotels, due marchi pensati per nuove aperture ma soprattutto per riconversione e riposizionamento di alberghi esistenti, con forte attenzione al design. Obiettivo: migliorare le performance e rafforzare gli asset degli imprenditori alberghieri, con uno specifico programma di ristrutturazione e progettazione caratterizzato dalla flessibilità.

Colore, creatività, design, servizi esclusivi ma anche forte riferimento alla cultura locale sembrano essere le parole d’ordine. Come ha spiegato David Kong, presidente e chief executive officer di Best Western Hotels & Resorts.: «Sadie Hotel e Aiden Hotel rappresentano l’opportunità per gli albergatori indipendenti e gli imprenditori con hotel affiliati di riposizionare la propria struttura traendo vantaggio dal nostro programma di rinnovamento e design personalizzato ed efficiente in termini di costi. Un team di avviamento garantirà che gli hotel riposizionati vengano integrati rapidamente nel sistema di gestione dei ricavi di Best Western, in modo da accelerarne la crescita. Ogni hotel disporrà di un playbook di marketing e pubbliche relazioni che consentirà di orientare la visibilità e il buzz sui social media».

ATTESI IN ITALIA. Non ci sono ancora dettagli su quando i nuovi marchi arriveranno in Italia, ma i piani ci sono: sono infatti due i progetti in cantiere che faranno loro capo, si tratterà di località in Nord Italia e aggiornamenti sono previsti nei prossimi mesi. Intanto, le prime strutture Sadie apriranno a Tampa, in Florida e a Fredericksburg, in Texas. Nel 2020 è prevista, invece, l’opening a New York.

AIDEN ANCHE IN FRANCIA E GERMANIA. Al momento è stato Aiden il primo ad aver visto la luce nel concreto. Il debutto è partito con l’Aiden Cheongdam a Seoul, Corea del Sud, nell’autunno 2018. Poi è stata la volta degli Stati Uniti, l’Austin City Hotel in Texas e il Cape Point West Yarmouth in Massachusetts. Ma Aiden ha messo piede anche in Europa, con il T’aim Hotel di Margny-Les-Compiegne, Francia, 90 camere, spazio multifunzionale, bar, ristorante, piscina e tre sale meeting, a circa un centinaio di km a nord di Parigi, e a settembre aprirà in Germania, a Biberach and der Riss, nel Baden-Württemberg, con 109 camere e suite, inclusi 12 appartamenti.

Ogni Sadie Hotel e Aiden Hotel ruoterà attorno a un’area comune polivalente, dotata di caffetteria o bar, salotti di design e check in mobile. E ci saranno anche “souvenir” brandizzati, con articoli Sadie e Aiden in vendita. Oggi il portafoglio Best Western arriva dunque a 13 marchi, continuando l’evoluzione iniziata con il restyling del marchio intrapreso dall’azienda e che vede un costo totale di 2 miliardi di dollari.

Source URL: https://www.lagenziadiviaggi.it/aiden-e-sadie-arrivano-gli-hotel-ibridi-di-best-western/