Aiav e Kkm guardano ai consulenti di viaggi: nasce l’associazione Acovi

Aiav e Kkm guardano ai consulenti di viaggi: nasce l’associazione Acovi
16 Ottobre 13:16 2020 Stampa questo articolo

Una nuova realtà associativa dedicata ai consulenti di viaggi, figura che si sta meritando molti riflettori in questi mesi di crisi del settore come una soluzione nuova per il mercato della distribuzione. Nasce così Acovi, l’associazione consulenti di viaggio italiani, che ha debuttato durante Ttg Travel Experince a Rimini. L’associazione è stata fondata dal presidente Monica Vittani, consulente di viaggio con una lunga esperienza alle spalle, e dai consiglieri Giorgio Bestetti, project Manager di Kkm Group, ed Emanuela Marconato, consulente di viaggio.

Acovi nasce in seno all’alleanza tra Aiav, l’associazione guidata da Fulvio Avataneo, e Kkm Group, il polo turistico di Andrea Cani. Entrambe le realtà, inoltre, hanno lanciato da pochi mesi Enjoynet, rete di 120 agenzie nato proprio dalla unione di Enjoy Travel network con FreeNet Network.
Aiav, infatti, offrirà alla neonata associazione di consulenti di viaggiassistenza legale tutela sindacale e una vasta gamma di servizi, tra cui Caf, patronato e assistenza in materia di contratti di collaborazione.

“Nati negli Stati Uniti, i consulenti di viaggio sono entrati nel mercato italiano intorno alla metà degli anni ’90, registrando una crescita costante dopo il 2000 – hanno spiegato a Rimini gli ideatori del progetto – Generalmente sono affiliati a network che forniscono il back-office centralizzato per la gestione di tutti gli aspetti burocratici ed organizzativi collaterali al core business. Flessibili e autonomi, i consulenti mantengono e coltivano le relazioni con i clienti soprattutto attraverso la tecnologia e si occupano esclusivamente delle vendite, senza costi fissi e incombenze di carattere amministrativo. Questo consente, soprattutto nei periodi di crisi, di avere tempo, energie e creatività necessari per dedicarsi al new-business”. Acovi, infine, ha l’obiettivo di rivolgersi anche agli altri protagonisti della filiera, che desiderano entrare in contatto con consulenti qualificati e formati, implementando un nuovo canale di vendita.

«Tuteliamo e valorizziamo questa professione sia attraverso un servizio di supporto ai consulenti, sia attraverso un’azione di sensibilizzazione nei confronti dell’intero settore del turismo. I consulenti ricoprono e ricopriranno ancor più nel futuro un ruolo chiave per intercettare nuovi segmenti di clientela e potranno contribuire a combattere l’abusivismo, aprendo interessanti possibilità anche per agenzie di viaggio e tour operator. Si creano così maggiori opportunità di collaborazione all’interno del mercato, basate sulla condivisione di obiettivi comuni», ha detto il presidente Acovi, Monica Vittani. In occasione della sua nascita e in considerazione del particolare momento storico, Acovi offre ai consulenti l’iscrizione gratuita fino al 31/12/2020.

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore e giornalista de L'Agenzia di Viaggi Magazine.

Guarda altri articoli