Aeroitalia, a luglio i primi voli da Forlì e Foggia

Aeroitalia, a luglio i primi voli da Forlì e Foggia
24 Maggio 14:01 2022 Stampa questo articolo

Entra nel vivo il network di Aeroitalia, la nuova compagnia aerea guidata da Gaetano Intrieri che durante l’evento Fly Future a Roma ha annunciato i primi voli estivi. A luglio, infatti, la flotta sarà composta da tre Boeing 737-800 (oltre al primo aeromobile già presente, altri due saranno consegnati entro il mese di giugno) che inizieranno ad operare le rotte da Forlì per Lamezia, Olbia, Alghero, Catania, Bari e Palermo.

All’aeroporto romagnolo – scelto fin dall’inizio come base del vettore che vede come azionista di riferimento l’ex patron di Avianca German Efromovich – dovrebbe aggiungersi Foggia come seconda base operativa che prevede voli diretti per Catania, Milano e Firenze. Sull’aeroporto di Foggia pende però il verdetto di Aeroporti di Puglia che ha chiuso pochi giorni fa la procedura di evidenza pubblica per accogliere le proposte delle compagnie aeree interessate a volare da e per il capoluogo dauno. Secondo fonti di stampa, oltre ad Aeroitalia ci sarebbero altri 3 vettori che hanno partecipato al bando di gara. In ogni caso, il progetto prevede anche altre basi in Norvegia e Inghilterra.

Secondo quanto riporta il mensile JP4, inoltre, Intrieri ha confermato il piano di espansione per la flotta con altri 737 (serie 700 e 800) che arriveranno tra settembre e dicembre per un totale di otto aeromobili entro la fine dell’anno. Due di questi velivoli saranno posizionati in Polonia. Altri due Boeing 737, infine, dovrebbero essere consegnati entro l’estate del 2023.

Intrieri, poi, ha confermato il rinvio delle operazioni a lungo raggio al 2024. Aeroitalia, infatti, ha l’ambizione di operare le rotte long haul con base a Roma Fiumicino, ma i tempi sembrano prematuri sia per le condizioni di mercato sia per i rapporti (appena avviati, ndr) con Aeroporti di Roma.

Aeroitalia – che vede il banchiere francese Marc Bourgade nel ruolo di presidente, Efromovich come non executive president e Gaetano Intrieri nel ruolo di ceo – parte con un capitale di 5 milioni di euro, destinato a crescere fino a 80 milioni da qui a fine anno; e lo scorso 22 aprile ha ottenuto il certificato di operatore aereo dall’Enac operando fino ad ora solo voli charter.

La compagnia, come ha spiegato qualche settimana fa Intrieri in conferenza stampa, «parte con 150 dipendenti e speriamo di arrivare a 500 unità entro l’estate». Tra gli obiettivi apertamente dichiarati dal, vettore, inoltre, c’è quello di assumere personale dal bacino della cassa integrazione sia della vecchia Alitalia sia delle altre compagnie italiane rimaste a terra o in fase di ristrutturazione  (Air Italy e Blue Panorama).

L'Autore

Gabriele Simmini
Gabriele Simmini

Redattore. Specializzato in trasporto aereo, network di agenzie di viaggi, tecnologia, estero, economia e fiere internazionali.

Guarda altri articoli