Aegean Airlines, primo semestre con ricavi al +14%

Aegean Airlines, primo semestre con ricavi al +14%
19 Settembre 13:18 2019 Stampa questo articolo

Il vettore greco Aegean annuncia i risultati del primo semestre 2019: ricavi consolidati pari a 519,4 milioni di euro, in crescita del 14% rispetto al 2018, e perdite nette ridotte a 13 milioni di euro, in confronto ai 13,8 milioni dell’anno precedente.

Per la prima volta, è stato tenuto conto dell’effetto dell’applicazione del nuovo Ifrs 16, il principio contabile entrato in vigore il 1 gennaio 2019 che riguarda la contabilizzazione dei contratti di leasing, facendo registrare perdite pari a 3.8 milioni di euro.

Nel secondo trimestre, il Gruppo ha offerto un aumento della capacità ask (totale dei posti offerti per ogni volo moltiplicato per il numero dei chilometri volati, ndr) del 12% con l’obiettivo di sostenere l’estensione della stagione turistica. L’aumento degli sforzi si è tradotto in un +10% di traffico complessivo e +15% di quello internazionale, con un tasso di crescita significativamente maggiore rispetto al traffico aereo complessivo nel Paese. I ricavi consolidati hanno registrato un incremento del 20%, con una crescita del 30% dell’utile netto, pari a 22,2 milioni di euro contro i 17 milioni di euro registrati nello stesso periodo del 2018.

«Abbiamo seguito il nostro percorso di crescita costante, investendo ulteriori risorse nella nostra rete internazionale. Il nostro impegno nel prolungare la stagione turistica volando di più, anticipandola ai mesi di maggio-aprile e aumentando l’utilizzo della nostra flotta, ha contribuito a conseguire risultati positivi, nonostante il rallentamento complessivo del turismo in ingresso. Il prolungamento graduale della stagione turistica resta un fattore cruciale sia per il turismo greco che per la compagnia», ha commentato Dimitris Georgiannis, ceo di Aegean.

Il traffico totale di passeggeri, nella prima metà dell’anno, è aumentato del 9%, raggiungendo 6,5 milioni di persone. I passeggeri trasportati su voli nazionali hanno registrato un incremento del 4%, attestandosi a 2,8 milioni. Il traffico internazionale, che rappresenta il 76% dei ricavi consolidati, è cresciuto del 12%, raggiungendo i 3,7 milioni. Il load factor è migliorato: dall’82,2% è sceso all’81,7%.

La liquidità e gli investimenti finanziari a breve termine hanno raggiunto 602,3  milioni di euro nel semestre che si è concluso il 30 giugno scorso, mentre i finanziamenti in essere hanno raggiunto i 200 milioni di euro, in seguito all’emissione di un prestito obbligazionario a 7 anni.

  Articolo "taggato" come:
  Categorie

L'Autore