ADVManager fa risparmiare, ma non è un Sistema “low cost”

02 agosto 07:00 2019 Stampa questo articolo

Ogni epoca ha il suo slogan, espressivo della sensibilità del momento, dicevamo nella scorsa Newsletter in cui abbiamo spiegato perché a nostro avviso i tradizionali gestionali per agenzie di viaggi e turismo non sono più in grado di adempiere alle esigenze del futuro imminente.

L’esigenza di oggi è quella di un sistema amministrativo e organizzativo completo che elimini il più possibile dall’agenzia i cosiddetti cicli passivi (cioè le attività pur necessarie, ma che non producono fatturato) e che consenta all’imprenditore di dedicarsi insieme con i propri collaboratori al ciclo attivo verso i clienti.

Digitalizzazione totale e intelligenza artificiale per l’automazione dei processi sono le chiavi di volta di un tale sistema, che porta quindi a una completa re-ingegnerizzazione dell’agenzia e del modo in cui essa lavora.

Ma la domanda è: può un tale sistema essere low cost? La risposta è: certamente no, se per low cost si intende un servizio semplificato e no frills (senza fronzoli) avente come principale leva di competizione il prezzo. Scelta fatta da alcuni fra i più recenti “gestionali” per le agenzie, nel tentativo di vincere la concorrenza rispetto ad altri software più tradizionali, strutturati e costosi: ma a nostro avviso entrambi inefficaci rispetto alle nuove esigenze. I gestionali low cost sono troppo elementari e non risolvono nulla; quelli tradizionali e strutturati richiedono risorse costose per essere gestiti e comunque neanche essi offrono l’automazione necessaria.

La seconda domanda allora è: ma il sistema ©ADVManager davvero fa risparmiare? Addirittura circa il 50%? E in che modo? La risposta l’abbiamo già data: attraverso la re-ingegnerizzazione dei processi dell’agenzia e la loro automazione. Frutto di competenze professionali adeguate e non certo low cost, che hanno lavorato insieme per 3-4 anni per raggiungere, con ©ADVManager 2020, risultati in linea con gli intenti.

Il canone di servizio 2020 del sistema completo dei suoi 11 2 servizi esclusivi, finiti e “chiavi in mano”, va quindi raffrontato con la somma di quanto segue: 1) Canone licenza d’uso software gestionale con utenti illimitati; 2) Fatturazione elettronica; 3) Registratore telematico per i corrispettivi elettronici; 4) Contabilità interna; 5) Commercialista esterno; 6) Consulenza per Gdpr Privacy & Security compliance; 7) Conservazione documentale elettronica a norma; 8) Supplementi software per scambio dati con host esterni, personalizzazioni, assistenze.

Fatto debitamente il calcolo. si conferma in questo modo un risparmio intorno al 50% di quanto l’agenzia già spende, oppure dovrà necessariamente spendere dal 2020, per affrontare gli adempimenti amministrativi, contabili e fiscali cogenti. Con in più il vantaggio di potersi concentrare sulla gestione del ciclo attivo e di ridurre i costi fissi interni. Vantaggi non banali nell’economia delle agenzie di viaggi di oggi.

Il nostro Uomo Vitruviano 2020 ti guida nel creare la pratica giusta, stampa il corretto contratto di viaggio, contabilizza, fattura e registra automaticamente le operazioni, invia e riceve le fatture elettroniche dal Sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate. Essendo automaticamente già in regola anche con il Gdpr/privacy.

La prova del nove? A Rimini il prossimo 10 ottobre ore 10:00/16:00, quando nel nostro Seminario Formativo potrai valutare tutte le funzionalità del Sistema e incontrare i Colleghi che già lo utilizzano. La partecipazione è riservata agli imprenditori agenti di viaggi e ai loro commercialisti e consulenti fiscali. Per partecipare vai sul nostro sito o mandaci una email.

La Newsletter del Centro Studi ©TURISMO2000, 02 agosto 2019, n. 38
Amministrazione Contabilità Fisco Digitalizzazione Pagamenti Normativa Economia Mercato
L’Agenzia di Viaggi Magazine media partner
Scrivi a: centrostudi@turismo2000.org  / Consulta: www.advmanager.org

L'Autore