Adutei, a Milano il workshop tra bilanci e nuovi obiettivi

Adutei, a Milano il workshop tra bilanci e nuovi obiettivi
05 Marzo 16:11 2018 Stampa questo articolo

Si è svolto a Milano il workshop dei delegati Adutei, associazione che raggruppa gli uffici del turismo esteri presenti in Italia. Tra i presenti anche VisitFlanders, che per il 2018 punta l’attenzione sulla cultura e in particolare sul progetto Anversa Barocca 2018: Rubens inspires, che intende valorizzare l’offerta permanente di musei, case e chiese legate al pittore fiammingo. Ad annunciarlo ci ha pensato Irene Ghezzi, responsabile stampa dell’ente del turismo delle Fiandre.

Buoni i risultati del mercato italiano in Israele, che nei primi mesi del 2017 ha registrato un +14,6% nei pernottamenti e +17,8% negli arrivi, con un picco del 35% nel mese di agosto. «L’Italia sta andando bene – ha dichiarato Maria Grazia Falcone, addetto stampa dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo – Abbiamo registrato un +26% rispetto al 2016 e anche l’inizio del 2018 è decisamente positivo. Per la maratona che si svolgerà il 9 marzo sono previsti oltre 10mila turisti da tutto il mondo. Da non perdere, inoltre, i city break che uniscono Tel Aviv e Gerusalemme e i molti itinerari in bicicletta sia a Gerusalemme che nel deserto del Negev».

Dati positivi dall’Italia anche per la Repubblica Dominicana, «soprattutto nel settore luxury e in particolare dalle agenzie del nord», ha detto Neyda Garcia, direttrice dell’ente del turismo del Paese.

All’appuntamento milanese non è poi mancata la Croazia: «Per il 2018 vogliamo promuovere e far scoprire le bellezze e le particolarità della Croazia verde, ovvero la parte continentale a est della capitale Zagabria – ha spiegato Viviana Vukelic, da 4 mesi alla direzione dell’ente nazionale croato per il turismo – Una regione poco nota ma molto interessante sia sul piano culturale che naturale, dove abbiamo preparato nuovi interessanti percorsi. Da sottolineare i vecchi paesi della Slavonia, dove si svolgono le tradizionali attività rurali, in una natura incontaminata come il paesaggio protetto Erdut e il lago Rupnica e il bosco Jankovac, nel Parco Naturale di Papuk. Il nostro scopo è di destagionalizzare e promuovere anche altre forme di turismo come quello sanitario, quello congressuale e il cicloturismo. In quest’ottica dal 17 al 22 aprile si svolgerà, per la quarta volta, il Tour della Croazia, gara ciclistica con un percorso di oltre 1000 km che attraverserà tutto il Paese. Passando ai numeri, nel 2017 la Croazia ha registrato 16,5 milioni di ospiti stranieri, con un incremento del 14% rispetto al 2016. Il mercato italiano è rimasto stabile con 5 milioni di pernottamenti come nel 2016».

Infine, la Lituania, che lo scorso 16 febbraio ha festeggiato i cento anni di indipendenza. «Un posto sorprendente, con una natura incontaminata e il bel centro storico di Vilnius, la capitale, luogo d’incontro tra le culture orientali e occidentali», ha concluso Monica Tagliabue di Aigo, che rappresenta l’ufficio del turismo della Lituania in Italia.

L'Autore

Dorina Landi
Dorina Landi

Guarda altri articoli