Abu Dhabi spinge su Mice e business travel

Abu Dhabi spinge su Mice e business travel
15 marzo 10:43 2019 Stampa questo articolo

Non solo leisure: Abu Dhabi spinge anche sul turismo d’affari e il riconoscimento ricevuto agli Ima 2019 come migliore destinazione conferma la rotta. «Questo premio ci aiuta a rafforzare la nostra presenza nel mercato business travel e Mice, e a posizionarci tra le destinazioni preferite anche per il target italiano», commenta Dora Paradies, country manager Italy di Abu Dhabi Department of Culture and Tourism.

«Nel corso degli ultimi tempi – prosegue Paradies – sono state fatte tante attività, come tavole rotonde, famtrip per Mice e corporate e webinar. Certamente c’è ancora tanto lavoro da fare e l’attenzione resta sempre ai progetti futuri. Nel nostro impegno per aumentare la conoscenza della destinazione su questo mercato ha un ruolo importante anche l’arricchirsi delle proposte, dagli asset culturali all’ospitalità».

Tra le iniziative dedicate al segmento Mice c’è Advantage Abu Dhabi, il programma di incentivazione per viaggi incentive, eventi e congressi: Il Convention Bureau della destinazione prevede dei contributi per la realizzazione di questi appuntamenti in base al numero di notti e alle dimensioni del gruppo.

In generale, la destinazione ha messo a segno oltre 10 milioni di visitatori internazionali nel 2018 (+16% in tre anni), grazie anche a nuovi prodotti e nuove sedi, con focus su leisure e Mice.
Gli italiani l’anno scorso sono stati quasi 60mila in termini di hotel guest (sedicesimo mercato internazionale e quarto europeo), e 26mila i crocieristi (su un totale di 350mila), al secondo posto dopo la Germania e prima della Gran Bretagna.

L'Autore

Mariangela Traficante
Mariangela Traficante

Guarda altri articoli